I Templi di Angkor e la città di Siem Reap

Visitare Angkor e Siem Reap

Consulta le offerte viaggi di InnViaggi Thailandia, costruisci il tuo viaggio inserendo i tour e le escursioni che preferisci. Oppure affidati ai pacchetti vacanze Cambogia di InnViaggi. Con il servizio di preventivo online puoi partire per Angkor Wat anche Last Minute
Visita i templi di Angkor e Siem Reap con il Tour Operator italiano InnViaggi. Tour personalizzati e last minute con personale italiano residente in Asia.

Cose da fare e vedere ad Angkor e Siem Reap
Consigli utili per visitare Angkor e Siem Reap
Quando andare ad Angkor e Siem Reap

Angkor Wat, il Tempio della Città in lingua khmer, “è una costruzione così straordinaria che è impossibile da descrivere con una penna, poiché non c’è un edificio simile al mondo. Ha delle torri e delle decorazioni e quanto di più raffinato il genio umano possa immaginare”. Così la definì Antonio da Magdalena, un monaco portoghese che visitò nel 1586 i templi di Angkor, nei pressi della città di Siem Reap.

Costruito nel XII secolo come tempio in onore di Vishnu e mausoleo di re Suryavarman II (1113-1150), Angkor Wat rappresenta l’espressione più alta di arte Khmer. In grado di combinare architettura armoniosa, grandi proporzioni e dettagli artistici, Angkor Wat è il più grande edificio religioso al mondo mai realizzato, la madre di tutti i templi. I cento e più templi costruiti tra il IX e il XV secolo sono oggi l’eredità giunta a noi di una struttura sacra, centro di un impero che si stendeva dal Myanmar al Vietnam.

Angkor Wat è la perla e l’anima del regno della Cambogia, il centro spirituale, politico e geografico della più importante civiltà antica del sud-est asiatico. Il cuore del grande impero Khmer, perfetta fusione di creatività ambiziosa e devozione spirituale. Un luogo di meraviglia e stupore, perso nella leggenda e avvolto nella natura.

Un viaggio nelle meraviglie della storia e della natura. Visita Angkor.Tutto ebbe inizio nell’anno 802, quando Jayavarman II dichiarò se stesso re-dio universale, secondo il culto devaraja, dando così inizio alla prima di una successione di 39 monarchi che regnarono sulle terre della Cambogia. Così nacquero Angkor e i suoi templi, in un periodo segnato da grandiose e immaginarie costruzioni, maestosi templi e fastose decorazioni, complessi sistemi d’irrigazione e ambiziosi progetti architettonici. Ma il fasto raggiunto divenne un obiettivo per gli attacchi dei loro vicini Siamesi. Dopo ripetute e continue invasioni, culminate nel saccheggio di Angkor nel XV secolo, la città fu definitivamente abbandonata alla giungla fino al XIX secolo, quando un missionario francesce né scoprì e nè rivelò l’esistenza.

La città più vicina ai templi è Siem Reap, attuale base e punto di partenza per visitare il complesso archeologico di Angkor. Siem Reap è anche la più turistica delle città cambogiane, questo in apparenza sembra averle tolto parte dell’autenticità che la contraddistingueva in passato ma nella sua anima, la città è rimasta un affascinante villaggio rurale.

Conoscere l'antica cultura Khmer, visita Angkor e Siem Reap. I vecchi ed eleganti negozi in stile francese e graziosi boulevards alberati, retaggio culturale dell’indocina francese, si mescolano con hotel di lusso, trattamenti spa, ottima gastronomia e shopping. Effervescenti bars per stranieri sono dislocati in tutta la città, specialmente nella nota e movimentata Pub Street adiacente a Psar Chas. Mentre eventi culturali come la danza Apsara, l’antica danza Khmer, possono guidarci nel conoscere gli usi e i costumi della loro meravigliosa cultura.

Se Angkor è un luogo di stupore, da assaporare senza fretta nella sua incredibile bellezza e maestosità, Siem Reap è il luogo perfetto da dove pianificare le proprie avventure.

Siem Reap ha dimostrato di saper valorizzare le sue tradizioni con uno sguardo rivolto al futuro. Solo nei prossimi anni sapremmo se la culla dei Khmer riuscirà nel suo intento di cambiamento per aprirsi al mondo, pur mantenendo vive le proprie magnifiche tradizioni.

Lo staff di InnViaggi, con personale italiano residente in Asia, metterà a disposizione tutta la propria competenza e professionalità per garantirvi un tour personalizzato d’eccezione nel pieno rispetto della tradizione e della cultura Khmer.

Cose da fare e vedere ad Angkor e Siem Reap

 

  • Più di cento templi e monumenti sparsi una superficie di oltre 200 ettari sviluppata intorno a Siem Reap. I monumenti più conosciuti sono il vasto tempio Hindu di Angkor Wat e la grande città fortificata di Angkor ThomAngkor Wat era il centro religioso dell'impero Khmer.
  • L’incredibile tempio monastero di Ta Phrom, costruito nel XII secolo a un 1 km a sud-est di Ta Keo. Sarete rapiti da un’atmosfera magica. Molto lontano dall’essere pulito e ristrutturato come la maggior parte dei monumenti di Angkor, Ta Phrom è stato restituito alla giungla. Tronchi e radici si mescolano alla pietra formando un’unica e suggestiva struttura.
  • Banteay Srei (il tempio delle donne) costruito intorno al X secolo è unico tra le perle di Angkor. Le sue minute proporzioni, l’inusuale utilizzo cromatico rosato e gli intricati ornamenti creano un effetto surreale, amplificato dal suo stupefacente stato di conservazione.
  • Non lontano dalla piccola città di Roluos troviamo tre dei più antichi templi di Angkor: Bakong, Preah Ko e Lolei. Costruiti nel primo periodo dell’epoca di Angkor, verso la fine del IX secolo, le rovine di Roluos indicano lo stile di un tempo in cui l’enfasi artistica era sviluppata sui dettagli più che nelle dimensioni.
  • Banteay Kdei è situato a sudest di Ta Phrom ed è uno dei siti più tranquilli e meno affollati dell’area. Un massiccio e imponente tempio Buddista del XII secolo costruito sotto Jayavarman VII. Ben poco  ristrutturato deve il suo fascino proprio al povero stato di conservazione nel quale si trova, che gli conferisce un atmosfera surreale mitigata dalla bellezza delle sculture delle divinità femminili.
  • Visitate il Cambodia landmine Museum, poco fuori dall’area centrale di Angkor in direzione del Banteay Srei. Questo piccolo museo racconta la storia di Aki Ra che ha dedicato la sua vita alla bonifica della Cambogia dalle numerose mine nascoste su tutto il territorio.
  • Tra visite ed escursioni, gambe e muscoli esausti Siem Reap ha fortunatamente sviluppato un lucroso ma benefico mercato di trattamenti spa e massaggi. Lo staff di InnViaggi sarà lieto di consigliarvi i migliori e più esperti professionisti del settore.
  • Provare la dinamica e frizzante gastronomia cambogiana, dove la stravaganza della cucina Khmer si fonde con sapori internazionali in uno degli hot spot culinari più ricercati della Cambogia.

Consigli utili per visitare Angkor e Siem Reap

 

  • Angkor Tickets Office è il grande checkpoint sulla strada che da Siem Reap porta a Angkor Wat. L’emissione dei biglietti richiede una foto tessera che sarà scattata dalle autorità al momento di emissione del ticket. E’ bene aspettarsi code e ricordarsi che esistono tre tipologie di biglietti: One day (lo sbagli più comune è quello di voler vedere troppo in un giorno solo), Three Days e One Week (consigliato a chi voglia visitare molto accuratamente ogni monumento di Angkor).
  • Angkor non è solo Angkor Wat, c’è molto da scoprire e da cui meravigliarsi. Se potete, dedicate più di un giorno alla scoperta dell’intero complesso e di ciò che lo circonda. Prendetevi anche un giorno di riposo per godere della vitalità di Siem Reap.
  • Vestite con un abbigliamento adeguato: scarpe da trekking, occhiali da sole e indumenti per ripararsi dal calore per affrontare lunghe passeggiate e escursioni.
  • Guardate il tramonto da Phnom Bakheng. Monumento situato in cima a una piccola collina, appena fuori da Angkor Thom. Da qui godrete di una vista eccezionale, dove sarà possibile scorgere Angkor Wat avvolta dalla jungla cambogiana in un’atmosfera surreale inspirata dai colori intensi del tramonto.

Quando andare ad Angkor e Siem Reap

 

Seppur durante tutto l’anno è possibile godere di un clima tropicale e di una foresta pluviale lussureggiante, bisogna ben prendere in considerazione che da maggio a ottobre la regione è battuta dai monsoni che potrebbero ( ma non sempre) influire negativamente sulla possibilità di fare lunghe e piacevoli escursioni ad Angkor. La stagione ideale per una visita è durante il nostro inverno, quando le precipitazioni sono minime e la temperatura si mantiene sotto i 30 gradi.

I tours proposti da InnViaggi sono stati pensati e creati per turisti e viaggiatori che vogliano assaporare l’autenticità di un viaggio nel rispetto delle tradizioni locali e nelle migliori strutture ricettive. Con personale italiano altamente qualificato e residente in Asia, lo staff di InnViaggi potrà personalizzare la vostra esperienza secondo i vostri desideri e aspettative. Potrete avere maggiori informazioni dei nostri tours della Cambogia Nel Regno di Angkor e Angkor Wat & Phnom Penh o chiedere maggiori dettagli direttamente ai nostri consulenti.

 

InnViaggi Asia raccomanda e collabora

Offerte & Last Minute – Catalogo InnViaggi Asia

 


 

Leggi anche:

 

 

I commenti sono chiusi