Hua Hin

Hua Hin: mare in Thailandia tra shopping, golf ed escursioni nella natura

Quello che in origine era un semplice villaggio di pescatori, è diventato nel tempo la stazione balneare più antica dell’intera Thailandia. Scopri Hua Hin con InnViaggi, consulta le Offerte Viaggio e Last Minute per la Thailandia

Hua Hin e il mare della thailandia

Il lungomare di Hua Hin al tramonto, davvero suggestivo!

Hua Hin già agli inizi del Novecento era un luogo tranquillo dove godere di un bellissimo mare, tanto che la famiglia reale lo scelse come propria località di villeggiatura. Solo negli anni Venti del secolo scorso iniziò ad essere frequentato anche dalla gente comune, dato che il collegamento ferroviario tra Bangkok e la Malesia venne aperto proprio in quegli anni. Nel periodo immediatamente successivo fu realizzato il vittoriano Railway Hotel e, nel 1926, Rama VII fece costruire una residenza estiva nella parte settentrionale della spiaggia: la chiamò Klai Klangwon, “lontano dalle preoccupazioni”.

Golf in Thailandia a Hua Hin

Hua Hin è anche una meta perfetta per gli amanti del Golf

Questo nome ben si addice ancora oggi a Hua Hin, luogo davvero accogliente: perfetto per trascorrere qualche ora in tranquillità gustando dell’ottimo pesce in riva al mare, punto di partenza ideale per belle escursioni nel Parco Nazionale di Khao Sam Roi Yot e meta gradita agli amanti del Golf grazie a una decina di campi presenti nella zona, alcuni dei quali famosi a livello internazionale.

Hua Hin: tra mare, shopping e un’ottima cucina per vivere una vacanza ideale

Hua Hin vanta cinque chilometri di spiagge dove godere al meglio del mare thailandese. Il tratto migliore del litorale, con sabbia bianca e soffice, è posto di fronte al Sofitel; nella parte più a nord sono tanti i ristoranti, ospitati in piccole capanne, dove concedersi una piacevole sosta, mentre l’estremità della spiaggia è caratterizzata da una Pagoda in stile cinese, posta in cima a una scalinata che porta al Thanon Naretdamri.

Mercato notturno di Thanon Dechanuchit in thailandia

Il Mercato di Thanon Dechanuchit

E dopo aver trascorso ore piacevoli in riva al mare, perché non dedicarsi a un po’ di shopping? Hua Hin sa offrire un’ottima scelta di negozi dove acquistare sia prodotti artigianali legati alla tradizione locale e thailandese sia articoli più moderni, ma ugualmente interessanti. Passeggiare nel centro della città consente di ammirare dal vivo il lavoro di artisti locali, spaziando tra decorazioni e sculture, ma anche di trovare splendidi abiti in cotone o seta fatti a mano. E per chi è alla ricerca del souvenir perfetto, il Mercato notturno di Thanon Dechanuchit, gli esclusivi negozi del vicino Centro Commerciale e quelli di Saturkarn Square sanno soddisfare tutte le esigenze!

Hua Hin, infine, offre un’ottima cucina: lungo il Tanon Naretdamri sono tanti i ristoranti sul mare che sanno deliziare i palati con piatti a base di pesce fresco. Una cena qui sarà occasione perfetta per vivere atmosfere romantiche tutte da ricordare!

Il Parco Nazionale di Khao Sam Roi Yot: un tuffo nella natura a pochi chilometri da Hua Hin

Parco Nazionale di Khao Sam Roi Yot in thailandia

Paesaggi unici a Khao Sam Roi Yot

Spostandosi verso sud, a 63 Km da Hua Hin, ci si addentra nel Parco Nazionale di Khao Sam Roi Yot, meta perfetta per una gita di una giornata. Quasi 100 Km quadrati che racchiudono una straordinaria varietà di ambienti e paesaggi: ecosistemi ideali a custodia di una biodiversità incredibile. Il nome di quest’area protetta significa “montagna dai 300 picchi”: la peculiarità del territorio, infatti, è data da rupi calcaree che, con altezze massime di 650 metri, spiccano nel panorama circostante.

Il Parco spazia dalla costa bagnata da acqua cristallina, fino all’entroterra interessato da foreste. Gli ambienti più interessanti, però, sono gli acquitrini e le piane di fango: habitat ideali per migliaia di uccelli che qui trovano abbondanti risorse alimentari e luoghi ideali dove nidificare. Il Parco Nazionale di Khao Sam Roi Yot ospita, infatti, fino a 300 specie di uccelli, stanziali e di passo che, dopo un lungo viaggio iniziato in Siberia o in Cina o nell’Europa settentrionale, scelgono di fermarsi negli ambienti umidi qui presenti. Nei pressi di Rong Jai, ad esempio, si trova l’unico sito di nidificazione dell’airone rosso, ma si possono ammirare anche diversi uccelli trampolieri e canori. Tra le specie che rendono questo tratto di Thailandia un vero e proprio paradiso naturalistico, ci sono l’airone cenerino, il tarabusino cinese, il piviere dorato asiatico, la cicogna nera, la ghiandaia marina indiana e i martin pescatore. La presenza di un’avifauna tanto variegata attrae soprattutto gli amanti del birdwatching; ma l’area protetta sa stupire anche con grotte, spiagge e sentieri che si sviluppano all’interno della foresta.

Hat Laem Sala, splendida spiaggia in Thailandia

La splendida distesa sabbiosa dell’Hat Laem Sala

Due sono gli itinerari più interessanti: l’”Horseshoe trail” (sentiero Ferro di cavallo) -che permette di addentrarsi in ambienti suggestivi, abitati da scoiattoli, scimmie e uccelli canori- e il “Mangrove trail” (sentiero delle mangrovie) che attraversa numerosi acquitrini ricchi di granchi, varani ed egrette. Molto famoso è, poi, il sentiero che conduce all’Hat Laem Sala: un’insenatura sabbiosa che si sviluppa all’ombra delle casuarine e delle colline calcaree, offrendo un vero spettacolo per gli escursionisti!

La bellissima Tham Phraya Nakhon è un altro angolo del Parco che merita una visita: un’enorme grotta, senza tetto, che racchiude al suo interno un padiglione ligneo realizzato nel XIX secolo da Rama V.  Splendida è anche Tham Sai: un susseguirsi di bellissime sale e corridoi scavati nella roccia, stalattiti, stalagmiti e incredibili cascate pietrificate.

Tham Phraya Nakhon grotta thailandia

L’affascinante grotta di Tham Phraya Nakhon

In questa eccezionale varietà di ambienti, il Parco offre la possibilità di avvistare, con buona facilità, tantissimi mammiferi come, ad esempio, i macachi cinomologo e il langur dagli occhiali; più elusivi, invece, sono i lori, animali notturni con grandi occhi tondi circondati da un caratteristico anello nero. In quest’area protetta è conservato ancora oggi il raro capricorno di Sumatra assieme ai muntiak, alle civette delle palme, al gatto pescatore e al pangolino di Giava. Spingendo lo sguardo oltre la costa verso il mare non è raro ammirare anche i delfini dll’Irrawaddy.

Come raggiungere Hua Hin

Uno dei mezzi disponibili per arrivare a Hau Hin è rappresentato dal treno. La città, posta a 150 Km da Bangkok, è infatti sulla linea ferroviaria che collega la capitale thailandese e Surat-Thani. Una volta arrivati a Hau Hin, dalla stazione si raggiunge in poco tempo il lungomare, iniziando così comodamente  la visita della città.

Ancor migliore è il servizio fornito dai pullman: una buona rete collega, infatti, Hua Hin a Cha-am, Phetchaburi, Bangkok e Chumphon grazie a mezzi non climatizzati; le destinazioni poste più a sud rispetto Chumphon sono servite da linee private climatizzate.

La città, infine, è dotata di un aeroporto posto a 5 Km da cui, quotidianamente, partono diversi voli sulle linee Bangkok- Hua Hin e Ko Samui-Hua Hin.

Quando andare a Hua Hin

La regione in cui è compresa Hau Hin è caratterizzata da un clima tropicale, con temperature abbastanza costanti nell’arco dell’anno. Il periodo migliore per visitare la città è compreso tra gennaio-febbraio, nella stagione fresca: il caldo è meno pressante e le piogge meno frequenti.

Vuoi rilassarti sulle spiagge di Hua Hin? Scopri le nostre proposte viaggio o contattaci

Potrebbero interessarti anche le Guide Thailandia:

InnViaggi Asia raccomanda e collabora con…

Offerte & Last Minute Thailandia – Catalogo InnViaggi Thailandia

 

I commenti sono chiusi