Storia e cultura di Singapore: meraviglie da scoprire

Storia e cultura di Singapore: meraviglie da scoprire

Nel corso della sua storia, Singapore è stata importante crocevia di popoli: dai malesi -i primi a abitare l’isola- ai Cinesi presenti dall’800, dai Peranakan fino ad arrivare agli Indiani sono tante le tradizioni, gli stili architettonici, le influenze enogastronomiche che hanno arricchito questa incredibile Città-Stato nel tempo. Il risultato è una terra dalle tante sfaccettature, capace di affascinare chiunque la visiti per qualche giorno. Camminando fra i suoi quartieri, diversi sono i Musei, le Gallerie d’Arte e gli angoli che consentono di ammirare storia e cultura di Singapore, assaporando il carattere eclettico di questa incredibile parte del Sud-Est Asiatico! Per consultare le nostre offerte viaggio Singapore e Indoensia clicca qui.

storia e cultura di singapore

Storia e cultura si fondono nell’eclettica città-stato per donare ai visitatori esperienze uniche

Tra musei e Gallerie d’arte per conoscere storia e cultura di Singapore…E non solo!

Asian Civilisation Museum di Singapore

Cultura e tradizioni si ammirano all’Asian Civilisation Museum

Nella porzione meridionale della città si trovano alcuni dei luoghi più interessanti per chi desidera conoscere storia e cultura di Singapore. Uno di questi è l’Asian Civilisation Museum che raccoglie una collezione fra le più belle ed esaustive della città. Ospitato nell’Empress Place Building e posto nelle vicinanze di Marina Bay, il museo si sviluppa su tre livelli e presenta in modo accattivante la cultura asiatica nelle sue arti, religioni e tradizioni. Tesori splendidi si presentano ai visitatori con la loro incredibile bellezza: gioielli, tessuti, intagli, oggetti in oro, burattini e maschere, Corani finemente intarsiati, arazzi e sculture consentono di meravigliarsi di fronte alla varietà delle arti, all’unicità della cultura e alla gloriosa storia del Sud-Est Asiatico, dell’Asia occidentale, della Cina e dell’Asia meridionale.

Poco distante, la National Gallery -aperta nel 2015- con i suoi 64.000 metri quadrati è il più grande spazio espositivo di Singapore riservato alle arti visive. La struttura sorge nell’ex City Hall e nell’Old Supreme Court e raccoglie le più recenti opere degli artisti del Sud Est Asiatico e di Singapore.

Collocato più a nord rispetto a Marina Bay, vicino a Fort Canning Park, è il Peranakan Museum, perfetto per conoscere la cultura dei discendenti dei primi immigrati uniti in matrimonio a donne malesi, i Peranakan. Camminando nelle sue sale è possibile ammirare incantevoli oggetti e abiti legati alle cerimonie, alle feste e all’artigianato di queste genti.

All’interno del National Museum si vive la storia della città-stato

Più a nord, il National Museum of Singapore consente di fare un vero e proprio tuffo nella storia e cultura di Singapore, presentate grazie a gallerie multimediali davvero accattivanti. Se la History Gallery permette di dare un’occhiata alle antiche fumerie d’oppio e di origliare -in una simulazione!- le chiacchiere fra dame dell’era coloniale, le Living Gallery presentano la gastronomia, la moda, il cinema e l’opera cinese e la fotografia. Mostre contemporanee arricchiscono l’esposizione, accanto alla Goh Seng Choo Gallery che permette di ammirare meravigliosi acquerelli botanici del XIX secolo.

Un’altra bella collezione dedicata alle arti del Sud-Est Asiatico è ospitata nel Singapore Art Museum: qui trovano spazio diverse forme espressive, offrendo ai visitatori la possibilità di ammirare sculture, pitture e video arte davvero interessanti.

Nella porzione occidentale della città, il NUS Museum, nei suoi tre piani, ospita collezioni davvero interessanti. La visita si apre con bronzi e ceramiche cinesi al piano terra per poi proseguire ai livelli superiori con pregevoli pitture, sculture e stoffe della regione; l’ultimo piano è riservato alle opere di Ng Eng Teng, uno degli scultori più noti di Singapore.

Cultura contemporanea alle Gillman Barrack di Singapore

Cultura contemporanea alle Gillman Barrack di Singapore

Infine, un’esperienza insolita per conoscere storia e cultura di Singapore è garantita da una visita alle Gillman Barracks: quindici gallerie situate in quella che fu una caserma agli inizi del Novecento.

Esposizioni temporanee dedicate alla scultura, alla pittura e alla fotografia consentono di avvicinarsi a un lato più contemporaneo della storia e della cultura di Singapore.

Chinatown, per assaporare un lato autentico di Singapore

Leggermente più a ovest rispetto alla zona precedente, si estende uno dei quartieri più autentici legati alla storia e alla cultura di Singapore: Chinatown. Questa parte di Singapore venne dedicata ai commercianti cinesi nel 1828 e al suo interno diverse etnie (Cantonesi, Hokkien e Teochew) si spartirono le aree. Il Chinatown Heritage Center ben presenta questo pezzo di storia della Città-Stato: vecchie immagini e ricordi di chi viveva qui consentono di capire com’era la vita nel quartiere fino alla metà del secolo scorso; bellissima, poi, la riproduzione di una bottega di sartoria, una delle attività più comuni in passato fra queste genti.

Tanti sono i templi presenti a Chinatown, che rendono ancor più bello il camminare per le strade di in questa zona di Singapore. Fra questi, merita una visita lo Sri Mariamman Temple: l’edificio, posto al centro del quartiere cinese, è in realtà il più antico tempio hindu della città. Risalente agli anni ‘30 del Novecento, presenta un gopuram (la torre d’ingresso) vivacemente colorato e muri finemente decorati.

Anche il Buddha Tooth Relic Temple è una meta interessante: un tempio buddhista a cinque piani reso assai noto da una reliquia del Buddha storico (un dente canino sinistro conservato in uno stupa dorato), richiamo ogni anno per moltissimi fedeli.

baba house singapore peranakan

Baba House: la meta per conoscere la vita dei Peranakan

Poco distante da Chinatown, Baba House è un’ottima occasione per immergersi nella quotidianità dei Peranakan di Singapore. L’edificio -una delle abitazioni storiche meglio conservate di quest’etnia- raccoglie mobili d’epoca e fotografie e ricrea perfettamente l’atmosfera tipica della quotidianità di una famiglia peranakan.

La magica atmosfera di Little India e di Kampong Glam

Un altro quartiere suggestivo di Singapore è Little India, dove concedersi una passeggiata avvolti dagli inconfondibili aromi delle spezie curiosando fra negozi tipici e botteghe caratteristiche.

Dal 2015 l’Indian Heritage Centre consente di conoscere la storia degli Indiani arrivati a Singapore. Mappe, filmati, manufatti e mostre multimediali regalano un’esperienza imperdibile, con tutto il fascino che la cultura indiana possiede. Fra le strade del quartiere spicca, poi, lo Sri Veeramakaliamman Temple caratteristico edificio  dedicato alla dea Kali.

Kampong Glam singapore

Una tappa a Kampong Glam è irrinunciabile

Altro angolo di Singapore che sa affascinare con la sua vivacità è il Kampong Glam: un susseguirsi di strade vivacemente colorate, cafè e moschee dove cultura araba e orientamenti più moderni si incontrano in una combinazione perfetta!

Questa zona, sede storica della famiglia reale malese, ospita il Malay Heritage Center: un museo che ben presenta la storia e la cultura dell’etnia malese di Singapore. Teatro, musica, letteratura, cinema…Tante le sfaccettature di un patrimonio artistico e culturale tutto da scoprire!

In questa zona, infine, da non perdere è la Sultan Mosque: la più grande moschea di Singapore che, con la sua cupola dorata, ricorda gli scenari incantati di splendide fiabe.

Sei interessato ad un viaggio per scoprire storia e cultura di Singapore? Contattaci!

Potrebbero interessarti anche le Guide di Singapore:

Singapore: guida pratica della città-stato
Natura a Singapore

InnViaggi Asia raccomanda e collabora con…

Catalogo InnViaggi Asia

 

I commenti sono chiusi