Cambogia: una vacanza culturale tra storia, arte e cultura milienaria.

Angkor Wat è una tappa scontata durante una vacanza culturale in Cambogia.

Angkor Wat, una tappa consigliata durate una vacanza culturale in Cambogia.

Angkor Wat: tappa obligatoria per una vacanza culturale in Cambogia tra arte e religione.

Oltre alle spiagge semi deserte e ad una natura che trionfa, vista la presenza di ci moltissimi templi, musei e palazzi è sicuramente consigliata una vacanza culturale in Cambogia. Nello stato del sud-est asiatico, sono tante le attrazioni culturali che ogni anno sono molto apprezzate dai turisti. Sia nelle destinazioni principali che nelle città meno conosciute, i visitatori potranno entrare in contatto diretto con la cultura e le tradizioni cambogiane.

In questo articolo, cercheremo di riassumere al meglio tutto ciò che bisogna visitare durante una vacanza culturale in Cambogia.

Un vero e proprio trionfo di templi ed edifici religiosi caratterizza Angkor, il sito archeologico più importante della Cambogia che con i suoi 400 kmq si presenta come una imponente testimonianza del passato. L’edificio religioso, considerato il più grande al mondo, si trova proprio in questo complesso, a pochi chilometri da Siem Reap e si chiama Angkor Wat, eretto nel XII secolo dal re Suryavarman II. Il gigantesco edificio, meta d’obbligo per chi compie un viaggio in Cambogia, rappresenta il simbolo e l’anima del Paese. Con bassorilievi e ninfe scolpite sulle pareti, il maestoso tempio colpisce per le sue decorazioni e per le imponenti sculture raffiguranti eventi storici e mitologici. Per la sua bellezza e per il suo stato di conservazione, Angkor Wat è di una bellezza ineguagliabile: cinque torri centrali, gallerie e portici su diversi livelli rendono questo tempio uno dei più

impressionanti al mondo. Un tempio davvero particolare all’interno del complesso di Angkor è quello di Bayon, molto famoso perché caratterizzato da volti sorridenti incastonati nella pietra. Costruito nel XIII secolo dal re Jayavarman, è

Bayon, l'ideale per una vacanza culturale in Cambogia.

Bayon con gli spettacolari volti incastonati nella pietra.

caratterizzato da bellissimi bassorilievi, guglie, scene di guerra e soprattutto da 216 volti di Avalokiteshvara con sorrisi enigmatici e a tratti inquietanti. L’affascinante tempio di Bayon è costruito su tre livelli ed è uno dei templi più ammirati di tutta Angkor. Sulla strada che conduce al sito archeologico di Angkor è presente il Museo nazionale, da non perdere durante una vacanza culturale in Cambogia, costituito da otto gallerie, ognuna per ogni dinastia khmer. Nelle sale il visitatore potrà vedere i reperti storici della Cambogia, collezioni, sculture e video interattivi. Il museo, infatti, è molto importante per chi visita per la prima volta il sito archeologico perché rappresenta un’introduzione utile per conoscere la storia dei templi e dell’impero khmer prima della visita nel vasto centro. Sempre all’interno del sito archeologico di Angkor, è presente la Terrazza degli elefanti, che prende il nome dalle alte sculture di elefanti collocate sul basamento. Oltre a queste, ci sono anche statue di diversi animali e figure mitologiche. Questa tribuna di 350 metri è immersa in una ricca vegetazione e testimonia la grandezza dell’impero khmer; infatti, si pensa che proprio lì si tenessero le principali manifestazioni reali e dal punto più alto il sovrano parlasse al suo popolo.

Palazzo Reale e Museo Nazionale: un viaggio tra storia e bellezze incredibili.

Spostandoci dal sito archeologico, la maggiore attrazione turistica della capitale Phnom Penh è il Palazzo Reale dove

Visita Phnom Penh, la capitale della Cambogia

Il meraviglioso Palazzo Reale di Phnom Penh, in Cambogia.

vive la famiglia reale della Cambogia. Il palazzo, caratterizzato dai tetti dorati, è costituito da bellissimi giardini e da 9 edifici. Tra

quelli più importanti spiccano la sala del trono e la famosa pagoda d’argento. La sala del trono, in uso ancora oggi per eventi diplomatici, fu costruita nel 1919 e all’interno si possono visitare tre troni e soprattutto una splendida scultura in oro. L’elegante pagoda d’argento, nota con il nome di Wat Preah Keo, che significa tempio del Buddha di smeraldo, è caratterizzata da tantissime statue di Buddha, tra cui una di oro (con oltre nove mila diamanti) e una di smeraldo, e da 5000 tavolette d’argento che ricoprono l’intero pavimento. A nord del Palazzo Reale e vicino all’Università reale delle

Belle Arti, imperdibile è il Museo nazionale della Cambogia che ospita quelle che sono considerate le più belle sculture khmer al mondo. È costituito da quattro padiglioni in cui sono tanti gli importanti reperti qui conservati, come una parte della statua del Vishnu, una grande statua del Vishnu a 8 braccia e anche statue di Shiva. Non mancano oggetti e sculture preangkoriani e angkoriani che testimoniano la storia della Cambogia. Sempre nella capitale vi è il Tuol Sleng Genocide Museum, il luogo che testimonia il genocidio cambogiano avvenuto tra il 1977 e il 1979. In passato il centro di tortura del Paese, oggi, invece, è diventato un museo per testimoniare le nefandezze e le crudeltà dei khmer rossi sulla popolazione della Cambogia: nelle sale, infatti, è possibile vedere fotografie di detenuti in seguito assassinati e diversi strumenti di tortura. Proprio come avviene per i diversi campi di tortura del mondo, anche il Tuol Sleng segna inevitabilmente l’esperienza dei visitatori.

Wat Bo ed Art Box Museum, per conoscere il templio più antico e vivere le emozioni dei dipinti in 3D.

Tra i templi, musei e palazzi in Cambogia è da citare Wat Bo, uno dei templi più antichi di Siem Reap, città situata tra il lago di Tonle Sap e Angkor Wat. All’interno ci sono dei bellissimi dipinti murali tra cui la storia d’amore tra la

Angkor Wat, luogo delle emozioni in Cambogia.

Angkor Wat, luogo delle emozioni

bellissima Shita e Rama e una imponente collezione di statue del Buddha. Per chi ricerca tranquillità e meditazione questo è il posto adatto: in questa esperienza unica si può, infatti, assaporare la spiritualità della vita monastica.

Per chi volesse vivere un’esperienza davvero indimenticabile a Siem Reap recentemente è stato aperto l’Art Box Museum, un luogo divertente dove le illusioni hanno il sopravvento. Infatti, sulle pareti o sui pavimenti ci sono grandissimi dipinti in 3D che creano effetti ottici divertenti per grandi e bambini. All’interno è possibile scattare fotografie davvero particolari da aggiungere alla propria collezione: ci si può far fotografare mentre si prova a domare un leone, si naviga su una gondola o ci si immerge nel fondale di un oceano circondati da giganti tartarughe di mare. Il tutto creato, ovviamente, grazie a straordinari effetti ottici.

Se stai pensando ad una vacanza culturale in Cambogia, hai fatto centro. Infatti, questo Paese vanta musei, antichi palazzi e diversi templi che assieme a spiagge, mare e tradizioni, offrono un’offerta completa adatta a tutti.

Per informazioni relative ad una vacanza culturale in Cambogia, contattaci.

Vuoi vedere tutte le nostre proposte di viaggio in Cambogia? Catalogo Viaggi.

 

Commenti

commenti

Taggato , , , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi