Viaggio nel regno di Angkor Wat – Cambogia

Visita i templi di Angkor e Siem Reap con il Tour Operator italiano InnViaggi. Tour personalizzati e last minute con personale italiano residente in Asia.

Il magico regno di Angkor Wat – Cambogia

Visitare Angkor Wat significa entrare nel cuore della Cambogia

Angkor Wat è sinonimo di emozione, un emozione allo stato puro. Solo pochi luoghi sal mondo riescono a trasmettere il turbinio di sentimenti che colpisce i visitatori di questo magico luogo. L’impatto che si ha davanti al capolavoro dell’arte Khmer è assimilabile solo a quello che si prova alla vista di Petra, in Giordania oppure a quello che si sente nel cuore sulle pendici delle Ande quando si scorgono le rovine di Machu Picchu, in Perù.

Angkor Wat e gli altri templi del complesso archeologico si possono visitare in diverse modalità, dalla più rapida (un giorno) alla più rilassante (una settimana) dove si puo’ conciliare la bellezza della storia a momenti di pausa nella vicina Siam Reap. Il caldo dei mesi primaverili (da marzo a maggio) non è un buon compagno di viaggio, il periodo migliore per visitare l’intero complesso va da novembre a marzo. Una valida alternativa sono i nostri mesi estivi ( luglio e agosto ) quando il grigio dell’arenaria contrasta in modo affascinante con il verde smeraldo di muschi e licheni e quando gli splendidi canali traboccano d’acqua.

L'arte Khmer, un vero gioiello storico Angkor Wat

L’arte Khmer, un vero gioiello storico

Simbolo e cuore della Cambogia e dell’antica civiltà Khmer, il tempio è uno dei monumenti più complessi e spettacolari mai concepiti dalla mente umana; un vero gioiello da visitare almeno una volta nella vita. Il complesso di Angkor è molto vasto, ci vorrebbero giorni per visitarlo con calma nella sua totalità.
Costruito per sovrastare le costruzioni delle antiche popolazioni che vivevano in questa parte di territorio, gli antichi sovrani realizzarono una città-tempio per fondere l’ambizione creativa con l’importantissima devozione religiosa. Angkor Wat è una riproduzione in miniatura dell’universo: la torre centrale rappresenta il Monte Meru ( la dimora degli Dei ), contornato da picchi più bassi a loro volta circondati dai continenti (i cortili inferiori) e dagli oceani (il fossato). Il naga a sette teste (che rappresenta le sette razze della società dei naga, gli antichi uomini-serpente presenti nella religiosità indù e buddhista) diventa un ponte-arcobaleno simbolico con cui l’uomo può raggiungere la dimora degli dèi.

Splendide sculture nei templi di Angkor Wat

Splendide sculture nei templi di Angkor

Il gioco delle prospettive, la perfezione delle proporzioni e l’armonia dei volumi fanno si che Angkor Wat, pur composto da piani orizzontali, abbia lo slancio di una piramide. Questa immensa massa di arenaria è in gran parte ricoperta di bassorilievi, decorazioni e fregi. Ogni angolo e ogni parete del tempio sono popolati da ben  tremila incantevoli Apsara le danzatrici  ( o ninfe ) celesti, tutte diverse tra di loro, devata, asceti in preghiera, divinità e animali mitici; tutto realizzato con maestria e incredibile uniformità stilistica.
Tutto ciò si manifesta nella galleria dei bassorilievi della prima terrazza (1200 metri quadrati) che possono essere classificati tra le opere plastiche più importanti della storia dell’arte. La meraviglia delle meraviglie è però la rappresentazione della corte imperiale e l’esercito di Suryavarman II, l’inferno e il paradiso nel giudizio del dio dei morti, le vicende tratte dal poema epico Ramayana e il mito della trasformazione del mare in latte.

Angkor Wat, luogo dell'emozione

Angkor Wat, luogo dell’emozione

Per oltre 400 anni (dal 1431), a seguito del saccheggio da parte dei Thailandesi, Angkor fu consegnata all’oblio, sepolta dagli alberi, nascosta tra la vegetazione tropicale.
Nel 1860 un naturalista francese, attratto dalle voci dei resti di un’antica civiltà, riscoprì il sito quasi per caso. Ora la storia non è più nascosta dalle fronde degli alberi, ma la natura e l’opera umana continuano in un connubio indissolubile che dà fascino e mistero all’intero complesso; qui si respira magia, al calar dell’oscurità il vento sembra muovere le vesti delle Apsara. Le due sillabe mitiche che compongono il nome sono già di per sé un motivo valido per scoprire la Cambogia!

Vuoi organizzare una visita ad Angkor Wat? Contattaci subito! Lo staff di InnViaggi Asia, con personale italiano residente in Thailandia e Cambogia, potrà aiutarvi nell’organizzazione e pianificazione del vostro itinerario di viaggio in Cambogia ed assistervi (in italiano) durante il soggiorno.

Guarda le offerte viaggio, i nostri tour e pacchetti sulla Cambogia!

Potrebbero interessarti anche le Guide:

InnViaggi Asia raccomanda e collabora con…

Offerte & Last Minute Cambogia ( Angkor Wat ) & LaosCatalogo InnViaggi Asia

Scarica Curriculum

Taggato , , , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi