Bangkok – La capitale della Thailandia

+Bangkok, capitale della Thailandia

Guida alla tue vacanze nella Venezia d’Asia

Chiamata Krung Thep, Città degli Angeli in thailandese, è definita anche la Venezia d’Asia per la bellezza e per i canali navigabili. Bangkok è sicuramente una delle città più affascinanti e intriganti dell’Asia. Non è dunque un caso che nel 2010 abbia vinto il World’s Best Award 2010, premio assegnato ogni anno alla migliore città del mondo!

Prima di diventare la capitale della Thailandia nel 1782, Bangkok era un piccolo villaggio di pescatori situato sulle sponde del fiume Chao Phraya. Per questo la sua gente viveva prevalentemente di commercio fluviale. Questo grande fiume, divide anche la Città degli Angeli in due parti. La tranquilla Thonburi a ovest e la vera e propria Bangkok ad est, vivace, caotica e in continua evoluzione, tanto da rappresentare l’anima moderna della capitale thailandese.

Tramonto a Bangkok

Bangkok è il centro amministrativo e culturale della Thailandia. A Bangkok potrete incontrare ogni tipo di persona ed imbattervi in locali e attività commerciali molto differenti tra di loro. Locali notturni più o meno trasgressivi, shopping center ultramoderni, gallerie d’arte, musei, mercanti e molto altro ancora.

Sullo sfondo, la millenaria tradizione  Thai che emerge nei suoi templi buddhisti, nell’architettura del centro storico e nei mercati di prodotti tipici. Chi avrà modo di conoscere Bangkok e la sua gente potrà godere di una splendida sintesi di tutto ciò che costituisce la Thailandia. Bangkok è, insomma, una città tutta da scoprire, che esprime al meglio l’attuale spirito thailandese, fondendo il vecchio e il nuovo, le antiche tradizioni e i ritmi di una città ultra-moderna.

scopri le nostre offerte

Storia di Bangkok

La città anticamente si chiamava Bang Makok ed era un piccolo centro commerciale che serviva la città di Ayutthaya, antica capitale del Siam. Quando Ayutthaya cadde nelle mani della Birmania nel 1767, il nuovo Re Taksin stabilì la capitale a Thonburi, il distretto di Bangkok situato sul lato occidentale del fiume Chao Phraya.

Nel 1782 il re Rama I comprese che la posizione strategica di Bangkok, situata sulle sponde del fiume, avrebbe garantito una maggiore sicurezza alla capitale oltre a facilitare gli scambi commerciali. E così accadde: diventata capitale, Bangkok non fu mai più violata da alcun popolo invasore e la città fiorì economicamente.

Negli anni successivi Re Rama I decise di sviluppare il centro urbano e di abbellire la città anche architettonicamente, facendo costruire il sontuoso Palazzo Reale. In seguito, le diede il nome di Rattanakosincittà del gioiello, con riferimento al Buddha di Smeraldo, una delle statue più importanti per i buddhisti oggi conservata nel tempio Wat Phra Kaew. A Bangkok oltre alla famiglia reale, risiede circa un sesto della popolazione thailandese e vi si trovano oltre 500 templi buddhisti.

I quartieri turistici di Bangkok

Metropoli di Bangkok

La città degli Angeli, con i suoi 15.000.000 di abitanti è suddivisa in molti quartieri e sobborghi. Qui ricordiamo quelli di maggiore interesse turistico.

La vecchia Bangkok è una zona racchiusa in un’ansa del fiume Chao Phraya, dove si trovano gli edifici più antichi, come il Gran Palazzo o Palazzo Reale, e altri importanti templi .

Siam Square è il principale snodo commerciale, e la più importante area per lo shopping di tutta Bangkok. Qui si concentrano numerosi grandi magazzini, mercati e negozi di ogni genere, nei quali è possibile trovare pressoché ogni cosa, dal tipico artigianato thailandese, ai capi di abbigliamento griffati, dagli orologi di lusso ai più recenti articoli di elettronica (smartphone, pc, macchine fotografiche, ecc.), peraltro con una scelta vastissima, assai superiore rispetto a quella europea.

Silom Road è il quartiere degli affari di Bangkok, dove si trovano le maggiori banche, gli uffici di numerose holding internazionali e alcuni dei migliori alberghi.

La Sukhumvit Road è una zona di recente espansione, nella quale si concentrano molti centri commerciali, negozi, locali notturni e ristoranti nati per offrire servizi agli stranieri che vivono a Bangkok e ai turisti che la visitano durante le vacanze.

A Patpong, uno dei quartieri a “Luci Rosse” di Bangkok, si possono trovare bar, pub, numerosi ristoranti, discoteche, Go Go Bar e un mercato serale che dalle 19 alle 24 vende oggetti e abiti alla moda.

Il noto quartiere di Chinatown o Yaowarat per i thailandesi è un distaccamento della Cina all’interno di Bangkok. L’intero quartiere, che da solo conta circa 3.000.000 di abitanti, in prevalenza cinesi e indiani, è un frenetico mercato dalle prime luci dell’alba a notte inoltrata. Vi si vende di tutto tra bancarelle e ristoranti locali che offrono ogni genere di prodotto. Benché non facile da visitare, se non si conoscono perfettamente tutte le sue zone, la Chinatown della Thailandia rappresenta di certo una pittoresca parte di Bangkok, che merita assolutamente di essere visitata.

Bangkok, la città dello shopping

Qualunque cosa desideriate, a Bangkok la troverete! Lo shopping rispecchia il modo di essere della città. Infatti è possibile fare acquisti praticamente ovunque: in uno dei suoi sontuosi centri commerciali, oppure  in una delle migliaia di bancarelle che si trovano lungo le strade del centro, o ancora nei tanti mercati all’aperto.

I principali centri commerciali di Bangkok si trovano nella zona di Siam Square. Tra tutti vi consigliamo il Siam Paragon, che merita una visita per la grandiosità e lo sfarzo (considerate che al suo interno è possibile acquistare Lamborghini e Ferrari!) e l’Emporium, che invece si trova nella zona Sukhumvit. Altri imperdibili centri commerciali, veri e propri punti di riferimento per lo shopping in Asia, sono l’MBK (fermata National Stadium dello Sky Train), il Central World e il Platinum. Tra i mercati, invece, ricordiamo quello di Pratunam (soprattutto per l’abbigliamento), quello serale di Silom e il Night Bazaar di Lumpini Park. Nel fine settimana è d’obbligo una visita al Week-End Market o Chatuchak (fermata Mo Chit dello Sky Train).

Taxi e tuk tuk

Tuk Tuk a BangkokPer gli spostamenti durante le vostre vacanze a Bangkok usate solo i taxi con l’insegna taxi meter. Non fanno sconti, ma sono sicuri ed economici. In Thailandia è obbligatorio esporre all’interno del mezzo la licenza ed ogni mezzo è numerato. In caso di inconvenienti annotatevi il numero della licenza oppure il numero del taxi e poi rivolgetevi alla Tourist Police. Tenete presente che il personale di questa polizia parla inglese e ha il compito di proteggere il turista da eventuali truffe.

Attenzione anche ai tuk tuk (motocarrozzette). Se volete provarli prendeteli verso sera, quando il traffico diminuisce, in modo da evitare di respirare a pieni polmoni tutto lo smog della capitale.

Mercato degli Amuleti di Bangkok

A qualche centinaio di metri dall’imbarcadero dietro il Palazzo Reale, vi imbatterete in un tratto di strada nella quale si vendono amuleti, monete e miniature: lo chiamano il Mercato degli Amuleti. A tal proposito, noterete molto spesso che in Thailandia esiste una vera e propria mania per i ciondoli e i monili magici e protettivi. Gli abitanti sono molto superstiziosi e attribuiscono a questi oggetti poteri benefici.

Centri benessere, Spa e massaggi thailandesi

Fra tutte le cose da da provare assolutamente durante le vostre vacanze a Bangkok ci sono i trattamenti benessere thailandese. Scegliete uno tra i numerosi centri massaggio della città, e con pochi euro potrete godere di due ore di autentico relax. Non c’è niente di meglio di un massaggio tradizionale thailandese dopo una intensa giornata di shopping e di spostamenti frenetici in città!

Vita notturna a Bangkok: i migliori locali

Grazie ai suoi 15.000.000 di abitanti, la vita notturna di Bangkok è senz’altro la più varia, divertente e se volete trasgressiva di tutta l’Asia. A Bangkok i locali più chic ed eleganti sono situati nella zona della Sukumvit Road (tra cui segnaliamo il Bed Supper Club). Sempre nella Sukhumvit si trova il Narz, altro locale molto alla moda. Nell’area del World Trade Centre si trova invece Lo Spasso, un disco-pub situato all’interno dell’Erawan hotel.

Se poi volete rendere più piccanti le vostre vacanze a Bangkok, nella Sukhumvit cercate la Nana Plaza, area ricca di locali e go-go bar a luci rosse. Nella zona di Silom si trova uno dei locali più belli di tutta la Thailandia, lo Sky Bar, situato al sessantacinquesimo piano di un grattacielo con vista panoramica su tutta la città. In quest’area è situato anche il famoso quartiere a luci rosse di Pat Pong.

Nella zona di Siam Square invece segnaliamo due altri locali molto frequentati: la discoteca all’interno del Sofitel e l’Hard Rock Café. A Khaosan Road si concentra infine il maggior numero di locali alternativi per studenti, con i prezzi più economici della città. Ottimo esempio ne sono il Lava Club e il Gazebo. Se volete uscire dai percorsi più turistici e vedere come si divertono i giovani thailandesi, fate poi un giro nella zona chiamata RCA, a Ratchadaphisek Road, tra le discoteche, i pub, i bar e i ristoranti.

Luoghi d’arte e cultura: Wat Arun il Tempio dell’Alba

Tempio dell'alba

Il Wat Arun fu costruito sul sito del Wat Jang, risalente al XVII secolo. L’antico palazzo fungeva da residenza e tempio reale per il Re Taksin al tempo in cui Thonburi era la capitale del regno. Il luogo fu anche l’ultima dimora del Buddha di Smeraldo (in realtà di Giada) prima che il Re Rama I lo trasferisse nel Wat Phra Kaeo. Da ammirare le sue 4 pagode a cuspide, decorate con fini porcellane multicolori che riflettono la luce durante l’alba e il tramonto. Il tempio deve la sua particolarità alle torri ornate di splendidi mosaici di porcellane policrome cinesi. Vi consigliamo di visitare il complesso al tramonto, quando la luce del sole si riflette sui mosaici illuminandoli come gioielli.

Il Palazzo Reale

Il Palazzo Reale si trova all’interno del Wat Phra Kaeo. Vi si accede attraverso degli enormi cancelli, un tempo varcati dagli elefanti che trasportavano il Re nel suo Palazzo. L’edificio fu costruito da Re Rama I, il fondatore della dinastia dei Chakri, nel 1782. Il Grande Palazzo, disegnato da un architetto britannico nello stile classico del rinascimento italiano, con un tetto in stile thailandese, è utilizzato prevalentemente per le  più importanti cerimonie ufficiali e religiose. L’attuale residenza reale è infatti il Chitlada Palace, nella parte settentrionale della città, e per questo non è accessibile al pubblico.

Wat Pho: il tempio del Buddha disteso

Questo tempio è il più antico e maestoso di Bangkok, e ospita al suo interno la più grande statua di un Buddha disteso, oltre ad una vasta collezione di immagini della divinità di tutto il Paese. Conosciuto come luogo di culto, il Wat Pho risale al XVI secolo, ma la sua storia attuale comincia nel 1781 con la completa ricostruzione del monastero originale. Il Wat Pho è il centro nazionale preposto all’insegnamento e alla tutela dell’antica medicina tradizionale thailandese, tra cui si annoverano le tecniche di massaggio terapeutico.

Wat Tramit: il tempio del Buddha d’Oro

Se ci si ferma a Bangkok per alcuni giorni merita una visita anche il famoso Buddha d’Oro all’interno del Wat Traimit a sud di Chinatown. Il Buddha d’Oro più grande del mondo risale al XIII secolo, è alto 4 metri e pesa circa 5,5 tonnellate di oro massiccio. Secondo la leggenda la statua cadde e durante le operazioni di restauro venne scoperto che sotto la sua crosta di stucco era interamente d’oro.

Quartiere di Khosan Road

Skytrain di Bangkok

Al confine tra il centro moderno e l’antica città di Bangkok, si trova il Monumento della Democrazia. Nei sui pressi si sviluppa l’area di Khao San Road, preferita dai turisti occidentali zaino in spalla, per via della presenza di una moltitudine di guest house a buon mercato. Nonostante ciò, il quartiere di Khao San Road è assai piacevole soprattutto al tramonto. Se ne avete la possibilità, fateci un giro, cenate per strada ed esplorate le vie che costeggiano gli antichi templi: ne rimarrete sorpresi.

Sukhumvit Road

Moderna, sofisticata e vivace, Sukhumvit Road offre una valida alternativa alla vecchia Bangkok. La Sukhumvit è la strada più lunga di Bangkok e vi si trovano ristoranti, bar, alberghi di lusso e discoteche alla moda che conferiscono alla zona uno spirito moderno e cosmopolita. La via è anche uno dei luoghi più trasgressivi della città, con i quartieri a luci rosse di Nana Plaza e Soi Cowboy.

La metropolitana sopraelevata, lo Skytrain – BTS, si estende lungo la maggior parte della Sukhumvit ed è dunque il mezzo migliore per muoversi in questa lunga via soprattutto nelle ore di punta.

Quartiere di Pratunam

Fiume Chao Phraya

Il quartiere di Pratunam è una delle zone più colorate e caotiche di Bangkok, famoso per i negozi di moda e i mercati d’abbigliamento. Pratunam offre prezzi molto vantaggiosi per tutti i generi di vestiario, abbigliamento, accessori moda, calzature e borse da viaggio. In particolare, non esitate a entrare negli stretti vicoli del mercato perché è lì che si fanno i migliori affari!

E se il mercato all’aperto non vi soddisfa, recatevi presso i vicini Platinum Fashion Mall, l’Indra Square o il Phantip Plaza: troverete di certo quello che stavate cercando. A Pratunam c’è anche un grande magazzino chiamato Panthip Plaza, un centro commerciale di 5 piani che farà letteralmente impazzire gli appassionati di elettronica. Al suo interno, infatti, vi si possono acquistare computer e accessori, software, libri, video games, smartphone e macchine fotografiche.

Ayutthaya – L’antica capitale della Thailandia

Da Bangkok si può facilmente raggiungere la cittadina di Ayutthaya, la vecchia capitale del Siam, città storica ricca di templi e antiche vestigia che certamente meritano una visita. Ayutthaya è considerata patrimonio mondiale dell’UNESCO, la città fu costruita su un isolotto, nel punto di congiunzione di tre fiumi: il Lopburi, il Prasak e il fiume Chao Phraya. L’antica capitale fu fondata nel 1350 dal re King U-Thong del regno del Siam. Durante i suoi 417 anni di regno fu governata da 33 sovrani che riuscirono a respingere ben 23 incursioni del Burma. Solo durante l’ultima di queste la città  capitolò e fu saccheggiata.

Provincia di Kanchanaburi

Kanchanaburi è sia nome di una località thailandese sia della regione di cui è capoluogo. Situata a circa 128 km da Bangkok, la zona è diventata una meta turistica tanto per i thailandesi (soprattutto durante il week-end) quanto per i turisti stranieri. Ciò in ragione delle sue innumerevoli bellezze naturali: fiumi, cascate, laghi, prati, colline e templi immersi nella natura.

Mentre la provincia di Kanchanaburi ospita la maggior parte dei parchi nazionali thailandesi, la città capoluogo è ideale per il relax e magari per leggere un buon libro bevendo una bibita fresca con i piedi immersi nel fiume. Alcune tra le attrattive più famose della zona possiamo ricordare:

  • il tempio in cui i monaci buddhisti vivono insieme alle tigri
  • il fiume Kwai (reso celebre dal film ‘Il Ponte sul fiume Kwai’)
  • il binario della morte
  • le splendide cascate di Erawan, di Sai Yok Noi e Sai Yok Yai
  • l’escursione a dorso di elefanti nella giungla.

Parco nazionale di Khao Yai

Il Parco Nazionale di Khao Yai è  il primo ad essere stato istituito in Thailandia. Nel 1982 è stato inserito nella lista dei siti patrimonio mondiale ASEAN, in virtù della varietà e unicità di flora e fauna. Il Parco è stato anche nominato Patrimonio Mondiale dall’UNESCO.

Oggi Khao Yai è il terzo Parco Nazionale più grande della Thailandia, copre un’area di 2165,55 km2 e possiede una vetta, il Khao Rom, che raggiunge 1351 m. Khao Yai fa parte del Dongrak Range, un’importante catena montuosa.

Il Parco è situato 200 km circa a nord-est di Bangkok e si estende lungo ben 4 provincie: Saraburi, Nakhon Nayok, Nakhon Ratchasima e Prachinburi. Se le vostre vacanze a Bangkok lo permettono, pensate a un breve tour avventura immersi nella natura thailandese.

All’interno di Khao Yai potrete ammirare ben 3000 specie di piante, 300 di uccelli e 68 di mammiferi, inclusi l’orso nero asiatico, l’elefante asiatico, tigri, gibboni e maiali selvatici. Numerose anche le cascate, le più celebri delle quali sono Heo Narok ed Haeo Suwat. Quest’ultima è stata resa famosa dal film “The Beach”, con l’attore Leonardo di Caprio. Le cascate di Khao Yak offrono uno spettacolo da non perdere soprattutto nei mesi estivi di giugno, luglio e agosto, quando i fiumi sono in piena.


InnViaggi Asia raccomanda e collabora

Logo TripAdvisor

Logo Lonely Planet

Offerte & Last Minute – Catalogo InnViaggi Asia


I commenti sono chiusi