Tana Toraja, espressione autentica di Sulawesi e dell’Indonesia

Tana Toraja

Espressione autentica di Sulawesi e dell’Indonesia

Tana Toraja è un luogo unico: un’isola ricca di cultura circondata da montagne in cui la popolazione locale celebra la vita dopo la morte con sofisticate cerimonie. Questo territorio rappresenta un vero mondo parallelo. E le tombe rupestri, quelle pensili, i tau tau dei defunti e i sacrifici dei bufali ne sono la testimonianza. Scoprite le nostre Offerte Viaggio e Last Minute per Bali e l’Indonesia!

abitazioni tana toraja indonesia

Le particolari e imponenti abitazioni tradizionali di Tana Toraja: le tongkonan

Tana Toraja è indubbiamente una delle principali destinazioni turistiche di Sulawesi. Una vasta regione dalla bellezza ancora incontaminata, dove incontrerete culture affascinanti e villaggi tradizionali.

L’architettura è uno dei tratti più caratteristici insieme ai riti funebri. La stagione dei funerali coincide con i mesi di luglio e agosto. In questo periodo anche i toraja che lavorano in altre zone dell’Indonesia ritornano a casa per le cerimonie.

Rantepao, punto di partenza per l’esplorazione

Rantepao è la base ideale se desiderate esplorare la straordinaria area rurale di Tana Toraja. Questa città si trova infatti a breve distanza dalla maggior parte dei siti di interesse e offre una buona scelta a livello di strutture di accoglienza e ristoranti. Rantepao è il maggiore centro commerciale di Tana Toraja e rappresenta un punto di  soggiorno e partenza migliore, anche rispetto a Makale, che è capoluogo della provincia.

Che cosa vedere a Rantepao e dintorni?

mercato rantepao tana toraja

Il mercato di Rantepao è da non perdere!

Sicuramente il pasar bolu, mercato più grande di Rantepao, che si tiene ogni 6 giorni.  Una versione ridotta vien allestita invece quotidianamente. Questo mercato rappresenta un’importante occasione sociale per la gente di Tana Toraja, che vi affluisce da tutta la regione. Le contrattazioni sono animate e rappresentano un pretesto per le altra attività della giornata: sorseggiare caffè, fumare kretek (sigarette aromatizzate ai chiodi di garofano) e chiacchierare. Il mercato si trova 2 km a nord-est dalla città ed è facilmente raggiungibile in bemo (minibus).

Tana Toraja, a breve distanza da Rantepao, è un mondo a parte. Un mondo fatto di splendidi paesaggi, di risaie, tombe rupestri, statuette dall’aspetto soprannaturale, tombe pensili, tongkonan e pittoresche cerimonie.

I dintorni di Rantepao si possono visitare facilmente in giornata. Ma potrete anche intraprendere itinerari più lunghi pernottando nei villaggi. Vi potrete spostare con mezzi pubblici, motociclette, mountain bike o automobili con autista e guida. Oppure a piedi. Spesso l’unico modo per raggiungere i villaggi più remoti è camminare.

Le escursioni a piedi costituiscono il modo migliore per raggiungere le zone più isolate e vi consentiranno  di immergervi nel paesaggio, stabilendo un vero contatto con la gente del luogo. Dovrete indossare calzature di buona qualità e ricordare di portare con voi acqua e cibo. Un’ultima accortezza: mettete sempre nello zaino un ombrello o un impermeabile. Anche nella stagione secca può comunque piovere.

Escursioni nei dintorni di Rantepao

risaie a Rantepao in Indonesia

Il paesaggio costellato di risaie nei dintorni di Rantepao

Da Batutumonga (20 km a nord di Rantepao) un itinerario panoramico a piedi vi condurrà a Lokomata, un villaggio con tombe rupestri scavate in un affioramento roccioso.

Da Lokomata, tornando indietro e imboccando il sentiero che scende tra i pendii arriverete a Pana, dove potrete vedere le antiche tombe pensili nascoste tra gli alberi. Lungo il tragitto noterete piccoli villaggi con enormi tongkonan, donne che pestano il riso, uomini che spazzolano i bufali e bambini che sguazzano nelle pozze d’acqua. Il sentiero termina a Tikala, da dove partono i mezzi per Rantepao.

Situato a 2150 metri sopra il livello del mare, il Gunung Sesean non è la montagna più alta di Sulawesi, ma è una delle destinazioni più frequentate dagli amanti del trekking. La cima è raggiungibile da Batutumonga percorrendo un sentiero ben segnalato. Tra la salita e la discesa impiegherete in tutto 5 ore.

villaggio tana toraja

Il villaggio di Ke’te Kesu, preparate le macchine fotografiche!

Appena fuori Rantepao, nelle immediate vicinanze della strada per Makale, troverete Karasik, una località con case tradizionali disposte attorno a un gruppo di megaliti. Poco lontano dalla strada per Ke’te Kesu incontrerete Buntu Pune, dove ci sono due case tongkonan e magazzini per il riso.

Circa un chilometro vi imbatterete in Ke’te Kesu, a 5 km da Rantepao. Un villaggio rinomato per la scultura del legno e preservato nel suo stato originale per i visitatori. Qui potrete ammirare le tongkonan e i tradizionali magazzini per il riso, tutti da fotografare.

Infine troverete Lemo, 10 chilometri a sud di Rantepao, una zona di sepoltura più interessante di Tana Toraja, con una parete rocciosa che mostra un’intera serie di balconate di tau tau. Secondo una leggenda locale qui riposano i discendenti di un capo toraja che regnò su queste terre centinaia di anni fa e che costruì la propria casa in cima alla rupe nella quale sono poi state scavate le tombe.

I toraja

Nella regione meridionale montuosa di Sulawesi vivono ancora oggi i toraja, un popolo il cui nome deriva dal termine bugis toriaja, che aveva un tempo una connotazione negativa simile al nostro “bifolco”.

Prima dell’arrivo del Cristianesimo i toraja erano politeisti e adoravano Puang Matua, la divinità principale della famiglia, del clan o della tribù. Sebbene il cristianesimo abbia indebolito alcune credenze tradizionali, le cerimonie religiose costituiscono ancora un elemento integrante della vita di questo popolo.

Anche i bufali rappresentano ancora un simbolo di prestigio sociale per i toraja e ricoprono un ruolo fondamentale in molte cerimonie religiose. Questi animali sono associati alla ricchezza e al potere, tanto che in passato erano moneta di scambio per acquistare le terre.

tongkonan tana toraja indonesia

Le tongkonan di Tana Toraja sono davvero uniche

Una delle prime cose che noterete a Tana Toraja è la grandezza e la maestosità delle tongkonan, imponenti case tradizionali in cui le famiglie si radunano e che non possono essere né vendute ne acquistate.

Il tetto svettante, rialzato alle estremità, è l’elemento più sorprendente. Alcuni ritengono che raffiguri le corna di un bufalo mentre altri pensano che rappresenti la prua o la poppa di un’imbarcazione. Le case sono adornate da corna di bufalo: maggiore è il numero di corna, più alto è il rango della famiglia.

La cerimonia più importante nella cultura toraja è il tomate, ovvero il funerale.  Si crede infatti che in assenza di adeguati riti funebri lo spirito del trapassato procurerà disgrazia alla propria famiglia. I toraja celebrano generalmente due funerali, uno subito dopo la morte e un altro, più elaborato, dopo che è trascorso un tempo sufficiente per portare a termine tutti i preparativi.

Solitamente la seconda cerimonia si tiene nella stagione secca, da luglio a settembre. Prima del secondo rito funebre la salma viene tenuta nella casa della sua famiglia e un invito a rendere visita a un defunto viene considerato un onore. Il secondo funerale può durare parecchi giorni e vedere la partecipazione di centinaia di ospiti. I toraja credono che le anime degli animali debbono seguire i loro padroni nel mondo ultraterreno, ed è questa la ragione per la quale essi vengono sacrificati durante i funerali. Se intendete assistere a un funerale ricordatevi che dovrete vestire di nero o comunque con colori scuri.

tana toraja effigi defunti

I bellissimi tau tau, effigi lignee dei defunti di Tana Toraja

I toraja credono che sia possibile portare i propri averi nell’aldilà, per questo i defunti vengono generalmente sepolti con molti oggetti di valore. Poiché in passato tale usanza portò alla profanazione delle tombe, i toraja incominciarono a nascondere i propri morti nelle caverne. Queste nicchie nella roccia vengono ancora oggi preparate da specialisti. Le bare sono poste in fondo alle grotte mentre fuori, sui terrazzi nella parete rocciosa, sono visibili i tau tau, le effigi di legno dei defunti.

Come arrivare a Rantepao e a Tana Toraja

Il modo migliore per raggiungere Tana Toraja è quello di prendere un aereo fino a Makassar (voli regolari sono effettuati da Bali e Jakarta). Da qui con mezzi pubblici o privati e attraversando bellissimi paesaggi, potrete raggiungere la base per l’esplorazione di quest’area rurale, Rantepao.

Quando andare a Tana Toraja

Il periodo migliore per visitare l’isola di Sulawesi cade tra giugno e ottobre. A Rantepao le serate sono fresche e piove in qualsiasi periodo dell’anno, anche durante la stagione secca.

Cosa aspettite ad organizzare un tour alla scoperta di Rantepao e Tana Toraja? Contattateci! Tutta la bellezza di questi luoghi vi sta aspettando!

Potrebbero interessarti anche le Guide Indonesia:

InnViaggi Asia raccomanda e collabora con…

Offerte & Last Minute Bali & Indonesia – Catalogo InnViaggi Asia

I commenti sono chiusi