Java, viaggio per cogliere l’energia dell’Indonesia

Java, viaggio per cogliere l’energia dell’Indonesia

Dinamismo ed energia fanno di Java il vero cuore dell’Indonesia. Accanto alla capitale, Jacarta, le altre regioni (occidentale, centrale e orientale) riservano sorprese continue. Un vero concentrato di bellezza indonesiana! Vulcani, spiagge, onde da surf, parchi nazionali, isole tropicali, templi e sontuosi palazzi rendono quest’isola la meta ideale per ogni tipo di vacanza. Scopri le Offerte Viaggio e Last Minute per Bali e l’Indonesia!

Sito archeologico di prambanan a java in Indonesia

Le meraviglie del sito archeologico di Prambanan

La Java occidentale: tra spiagge e natura scoprirete un’Indonesia inedita

Pochi viaggiatori scelgono di visitare questa regione di Java, che invece è davvero spettacolare. Chiamata un tempo Sunda e ancora oggi abitata dalla popolazione sundanese, Java ovest custodisce molti luoghi interessanti anche  se lontani dagli itinerari più famosi. 

Lungo il litorale, sulla punta nord occidentale di Java, troverete Banten, oggi villaggio di pescatori, in passato grande capitale marittima e numerose isole vergini. Per gli amanti del birdwatching consigliamo la Riserva ornitologica di Pulau Dua, una delle più importanti di tutta l’Indonesia. Quest’isola ospita, infatti, una colonia residente molto numerosa, costituita da aironi, cicogne e cormorani.

Il periodo migliore per visitarla è compreso tra marzo e luglio, quando tantissimi uccelli migratori raggiungono queste terre per riprodursi.

parco nazionale di Ujung Kulon java indonesia

Scorci mozzafiato nel parco nazionale di Ujung Kulon

La natura a Java ovest

Java ovest offre anche un litorale tra i più belli dell’isola, fra sabbie bianchissime e tranquille baie. Anyer è uno dei villaggi più eleganti, mentre Karang Bolong vanta una bella spiaggia sviluppata ad arco e racchiusa da un imponente promontorio roccioso. La località più nota però è Carita, caratterizzata da un’atmosfera tranquilla e adatta a chi cerca il relax e la possibilità di godersi un mare splendido.

Java occidentale è perfetta anche per chi ama le escursioni e vuole scoprire una delle poche aree letteralmente incontaminate di Java: il Parco Nazionale di Ujung Kulon.

Tutelata dall’UNESCO ed estesa per 760 chilometri quadrati, ques’area comprende la grande isola di Pulau Panaitan. Si tratta di una delle zone più isolate e difficili da raggiungere. E forse per questo ha saputo conservare una bellissima foresta primigenia e una fauna allo stato selvaggio. Lungo il litorale troverete spiagge incontaminate, impreziosite da variopinte barriere coralline. Nell’entroterra un sacco di sentieri perfetti se amate l’escursionismo.

rinoceronte di sumatra

Un bellissimo esemplare di rinoceronte di Sumatra

Ma il Parco è famoso soprattutto per essere l’ultimo luogo di Java a ospitare i rinoceronti di Sumatra, un tempo presenti in branchi numerosi, oggi ridotti a pochissimi esemplari.

L’entroterra di Java ovest

Spostandosi nell’entroterra, una meta interessante è Bogor, valido “rifugio” per chi vuole allontanarsi dalla ben più caotica e affollata Giacarta. Immersi nella cittadina troverete i giardini botanici meglio noti come Kebun Raya. Estesi per circa 80 ettari, sono abbelliti da ruscelli, stagni con fiori di loto e oltre 15000 specie di alberi e piante.

Tra Bodor e Bandung potrete invece ammirare uno spettacolo meraviglioso, uno dei paesaggi più belli di Java: il Passo Punkak. Campi terrazzati e piantagioni di tè disegnano il territorio, uno scenario perfetto per bellissime foto ricordo! Tutta la zona è dominata dal vulcano Gunung Gede, la cui vetta – raggiungibile grazie a indimenticabili escursioni – offre una panoramica su gran parte dell’area circostante.

Spiaggia di Pangadaran isola di Java Indonesia

Una delle splendide spiagge di Pangadaran

Al confine con la regione centrale di Java, estesa su un istmo di spiagge sabbiose e a fianco di un parco nazionale, troverete infine Pangandaran, una delle località javanesi più belle.

Qui potrete trascorrere giornate splendide. Mare cristallino e spiagge di sabbia nera, passeggiate sul litorale e per concludere la giornata, un’ottima cena a base di pesce freschissimo.

La regione centrale: al cuore della cultura di Java

Provincia tranquilla e rilassata, la parte centrale di Java è il cuore storico e culturale dell’intera isola. La prima civiltà indianizzata ebbe, infatti, origine qui. E qui nacquero i primi grandi sultanati islamici. Chi cerca l’autenticità di Java deve quindi visitare queste terre. 

I templi e i complessi religiosi della regione centrale di Java

L’altopiano di Dieng (2093 m) custodisce invece alcuni dei templi hindu più antichi di Java. Degli oltre 400 edifici, che in passato formavano una città sacra, ne restano oggi solo otto. realizzati tra l’VIII e il IX secolo, sono riconoscibili dalla struttura massiccia e squadrata, a forma di scatola, tipica dell’architettura primitiva javanese.

tempio Buddhista Borobudur Java Indonesia

L’affascinante tempio Buddhista di Borobudur

Ma la tappa obbligata per chi vuole restare davvero senza fiato di fronte alle architetture religiose di Java è Borobudur. Un colossale tempio buddhista che domina un paesaggio di risaie verdissime e palme. Uno dei luoghi più affascinanti dell’intero sud-est asiatico, realizzato ben 1200 anni fa. Qui sono stati impiegati circa due milioni di blocchi di pietra, originariamente ricoperti  da uno strato di colore per attirare la luce del sole. Terrazze quadrate e circolari, scalinate, portali finemente scolpiti si susseguono creando un’architettura armonica, e un prezioso gioiello per Java.

La memoria della civiltà hindu vive, invece, nei bellissimi templi di Prambanan. Il grande tempio di Shiva, in particolare, è caratterizzato da decorazioni uniche e inimitabili. Il complesso, eretto nella metà del IX secolo, venne ricostruito a partire dal 1937 dopo anni di assoluto abbandono. Candi Shiva Mahadeva ne è il tempio più grande e più bello con la sua guglia centrale di 47 metri, le sculture e i medaglioni che decorano la base.

Le città da visitare nella regione centrale di Java

Per quanto riguarda le città, invece, Yogyakarta e Solo sono quelle più interessanti. Camminando nelle loro vie e nei loro quartieri storici, infatti, è possibile respirare l’atmosfera autentica di Java, conoscerne le tradizioni e restare affascinati di fronte alla maestosità dei palazzi reali (Kraton) che conservano ancora oggi tutta la loro bellezza.

Java est: natura incontaminata e selvaggia d’Indonesia

Jawa Timur è il nome con cui è conosciuta la provincia est di Java, la meno densamente popolata dell’isola.

Il centro più importante di questa regione (secondo nell’intera Indonesia in ordine di importanza) è Surabaya. Città dal gigantesco porto e dagli spazi affollati, mantiene nel proprio centro storico angoli, odori e suoni legati al passato. Diversi sono gli scorci che vi stupiranno con la loro bellezza. I magnifici edifici olandesi, il tempio Kong Co Kong Tik Cun Ong e la Mesjid Ampel – splendida moschea nel cuore del quartiere arabo – ne sono un esempio.

Dal carattere molto più tranquillo è Malang, città fondata dagli Olandesi nel XVIII secolo, che deve la propria fortuna alla coltivazione del caffé. La sua originaria bellezza e il carattere sono conservate nelle vie del quartiere Tugu, perfetto per rilassanti passeggiate.

tempio java indonesia

Candi Sumberawan, uno dei templi singosari di Java

Anche i dintorni di Malang vi offriranno la possibilità di immergervi nella cultura di Java. I Templi singosari, Candi Singosari, Candi Sumberawan, Candi Jago e Candi Kidal sorgono ad anello attorno alla città.

Si tratta per lo più di edifici funebri dedicati ai sovrani della dinastia Singosari, precursori del regno di Majapahit.

Accanto a questi, troverete i templi hindu di Panataran, un’altra meta irrinunciabile per chi viaggia in Indonesia. Rappresentano, infatti, i maggiori edifici di culto del regno di Majapahit, giunti peraltro intatti sino a noi. Realizzati a partire dal XIII secolo, racchiudono le strutture e le sculture più belle dell’intera regione.

La natura di Java est

Ma visitare Java Est significa soprattutto immergersi in una natura unica, fatta di territori impervi, vulcani imponenti e panorami indimenticabili.

Il massiccio del Bromo-Tengger domina senza dubbio l’intera scena: i vulcani Gunung Bromo e Gunung Semeru, che ne fanno parte, sono mete ideali per emozionanti escursioni e custodiscono una natura spettacolare, protetta dal Parco Nazionale di Bromo.

lago Kawah Ijen java indonesia

Il turchese del lago del Kawah Ijen è davvero unico

Così come lo Ijen Plateu un immenso cratere attivo (134 km2) ultimamente in fase di relativa quiescenza.

Il panorama, qui, è dominato dai coni vulcanici del Ijen (2368 m), del Merapi (2800 m) e del Raung (2368 m). L’altopiano è reso ancora più bello dal lago del Kawah Ijen. Le sue acque turchesi sono, infatti, racchiuse dalle pareti di un cratere vulcanico.

Altre aree protette conservano e tutelano la magnifica natura di Java est.

Il Parco Nazionale di Baluran è senza dubbio la più accessibile. Posta all’estremità nord orientale dell’isola, presenta una flora e una fauna particolarmente interessanti: scimmie, cervi sambar, gruccioni, pavoni e buceri.

Nella punta sud orientale di Java, invece, vi attende il Parco Nazionale di Alas Purwo. Uno scrigno di biodiversità, con ambienti che vanno dalle bellissime spiagge famose per le straordinarie onde, alle macchie di mangrovie. 

Cosa aspettate, dunque, a organizzare un tour alla scoperta di Java? Tutta la bellezza di questi luoghi vi sta aspettando!

Potrebbero interessarti anche le Guide Indonesia:

InnViaggi Asia raccomanda e collabora con…

Offerte & Last Minute Bali & Indonesia – Catalogo InnViaggi Asia

I commenti sono chiusi