LAOS

LAOS: informazioni generali

Tour, Offerte e Pacchetti Viaggio con destinazione Laos

Il regno del “milione di elefanti”

 

Monaci e Sculture del Buddha in LaosIl Laos, detto anche il regno del milione di elefanti è un paese povero e fragile, profondamente segnato dal passaggio americano. Per questo motivo a chi sceglie di viaggiare in Laos chiediamo di avere il massimo rispetto, in modo che un pò alla volta lo straniero non sia più associato all’idea di pericolo, così come avvenne quando gli USA lo bombardarono senza ritegno alcuno.

Per apprezzare in pieno il fascino di questo paese, insomma, dovrete essere discreti. Solo così potrete accostarvi alla bellezza dei suoi templi, testimonianza dello splendore del regno laotiano. E apprezzare appieno i selvaggi paesaggi di montagna, ancora oggi abitati dagli eredi di questa millenaria cultura.

Il Laos è un paese unico nel suo genere, in grado di offrire al visitatore un viaggio culturale e al contempo avventuroso. Un paese in cui il fascino del passato si fonde con una natura selvaggia e incontaminata.  E in cui le antiche etnie che ancora lo popolano, contribuiscono a renderlo un territorio stimolante e fuori dal tempo.

Risaie del LaosIl territorio del Laos confina con altri 5 Paesi: la Cina, il Vietnam, la Thailandia, la Cambogia e il Myanmar (ex Birmania). Si estende su una superficie di circa 236.000 km2 e ha una lunghezza da nord a sud di circa 1.000 km. Il Laos dispone di una rete stradale che si sviluppa per circa 40.000 km di cui solo il 10% è asfaltato.

La popolazione stimata è di circa 7,5 milioni di abitanti e questo fa del Laos uno dei Paesi meno popolati di tutto il Sud-est Asiatico. Con i suoi 28 abitanti per km2 il Laos è anche uno dei Paesi a più bassa densità di popolazione.

Il Laos è una Repubblica Popolare del Laos ufficialmente proclamata nel 1975. Il potere esecutivo è esercitato dal Presidente e dal Primo Ministro, mentre il potere legislativo è esercitato dall’Assemblea Nazionale composta da 115 membri eletti democraticamente dal popolo ogni 5 anni.

In Laos l’agricoltura rimane la principale fonte di reddito per circa il 78% della popolazione, la produzione principale è il riso che è anche alla base dell’alimentazione laotiana, seguito da mais, tabacco, cotone e caffè. Oltre all’agricoltura in Laos si allevano bovini, suini e bufali. Il settore industriale, sebbene in continua crescita, per ora è limitato alla produzione tessile avvantaggiata dai bassi costi di produzione.

In Laos  la lingua ufficiale è il Lao o Laotiano che trae le sue origine dal Sanscrito e dal Pali.

Natura in Laos

 

Il Laos presenta una natura selvaggia e incontaminata che mantiene ancora intatta tutta la sua biodiversità. La giungla del Laos è infatti popolata da elefanti selvatici, scimmie, tigri, pitoni e orsi neri. Mentre esemplari di delfini di acqua dolce vivono nelle acque del fiume Done Det. Nella regione delle quattromila isole sono state scoperte numerose nuove specie di animali tra i quali il raro coniglio striato dell’Annam, il serpente Saola e il topo Laotiano delle rocce.

Etnie del Laos

 

Etnie del LaosIl governo laotiano ha ufficialmente riconosciuto 49 minoranze etniche, ma i Laotiani si dividono in tre gruppi principali in funzione dell’altitudine a cui vivono.

Tra le diverse etnie vi segnaliamo i Laos Loum o Laos delle Terre Basse, che popolano le pianure, ossia le terre più fertili del Laos. I Laos provengono dalla Thailandia o dagli Shan dal Myanmar. I Laos Loum rappresentano il 50% -60% della popolazione e sono principalmente Buddhisti Theravada, in misura minore animisti.

Poi ci sono i Laos Theung o Laos delle Colline che sono costituiti da diversi gruppi etnici tra cui i più numerosi risultano i Khamu, che popolano il nord del Laos. Sempre al nord si trovano gli Htin, etnia nota per la lavorazione del bambù (un taboo culturale vieta loro l’uso dei metalli).

A seguire abbiamo i Laos Soung o Laos delle Alte Montagne che popolano le montagne più alte e tra cui la maggioranza è rappresentata dagli H’mong, popolo che ha i vestiti tradizionali più tipici e colorati del Laos.

 

Religione e credenze

 

La religione prevalente e ufficiale in Laos è il Buddismo Theravada, religione praticata da circa il 70% della popolazione. Questa religione parla di quattro grandi sofferenze (nascita, vecchiaia, malattia e morte) ed è stata promulgata in India dal Buddha Siddharta Gautama nel V secolo a.c. I Buddhisti Laotiani credono nella reincarnazione e l’ideale è quello di raggiungere il Nirvana. I Laotiani credono che fare del bene serva ad assicurare loro una buona salute. Fare del bene permette appunto di acquisire dei meriti (o boun), ma poiché questa parola significa anche festa, molti Laotiani credono che che sia sufficiente fare delle feste per acquisire meriti. In Laos la vita religiosa ruota attorno alla vita monastica e i monaci godono in generale di grande prestigio e rispetto. Anche il governo ha sempre affermato che il Buddhismo è parte integrante dell’identità nazionale del Laos.

Templi e natura in LaosIn questi ultimi anni la religione sta vivendo un vero rinnovamento. Molti animisti scesi dalle montagne stanno subendo il fascino della civilizzazione moderna, seguendo l’influsso della vicina Thailandia.

L’Animismo o culto degli antenati è praticato da circa il 30% della popolazione e una delle particolarità del Laos è quella di farlo convivere tranquillamente con il Buddhismo. I Laotiani credono semplicemente nel phis, che si pronuncia “pi” e significa spirito. Questi “spiriti” che pervadono la vita quotidiana, vengono rispettati e tenuti calmi costruendo loro dei piccoli altarini nel giardino di casa. I laotiani offrono loro cibo e bevande in modo che siano felici e non facciano del male ai comuni mortali.

 

Sanità e vaccinazioni per il Laos

 

In generale non ci sono vaccini obbligatori per i viaggiatori diretti in Laos o in Cambogia, ma vi consigliamo di verificare di essere coperti dalle normali vaccinazioni (tetano, tifo, epatite).

Vi consigliamo anche di portare con voi qualche medicinale anti-diarroico, antidolorifici, antibiotici e normali disinfettanti intestinali.

 

Periodo migliore per visitare il Laos

 

Fiume Mekong in LaosIl Laos gode di un clima tropicale e per questo ha solo 2 stagioni. La stagione secca che va da ottobre ad aprile, ha temperature medie intorno ai 26 gradi nei mesi da novembre e intorno ai 28 nei mesi di ottobre e marzo. Tra marzo ed aprile, nelle pianure, le temperature possono salire fino a 40°C.

La stagione delle piogge in Laos va da maggio a settembre, quando i venti caldi provenienti da sud portano umidità e piogge. In questo periodo il Nord è la destinazione da preferire.

Il periodo migliore per visitare il Laos va da novembre a marzo, quando le temperature sono più gradevoli (24-28°C).

 

Come ottenere il visto per il Laos

 

Il visto per il Laos si ottiene all’aeroporto o alla frontiera di ingresso. Dovete disporre di una foto tessera e pagare una tassa governativa di 35 $.

 

Tour, Offerte e Pacchetti Viaggio con destinazione Laos

Per informazioni o “preventivi personalizzati” per il Laos contattate un Consulente InnViaggi

 

I commenti sono chiusi