Nepal: Scheda Paese ed Informazioni Generali

Nepal: un viaggio sul tetto del mondo

Immagini di un nostro viaggio in Nepal...



Tour, Trekking e offerte viaggi per il Nepal: consultate i pacchetti vacanze di InnViaggi, richiedete un preventivo online o partite con un’offerta Last Minute. Leggete le nostre guide per trovare tutte le informazioni utili sul Nepal, su quando partire e cosa vedere.

Il Nepal in generale

Il Nepal vanta una cultura millenaria che nonostante la vicinanza con India e Cina, ha sempre mantenuto una propria autonomia culturale e politica.  Un luogo leggendario in cui riti e credenze buddiste ed induiste si sono compenetrate fino a fondere due religioni uniche al mondo.

A livello naturalistico il Nepal possiede alcune tra le montagne più alte del mondo (basti pensare all’Everest, o al Kangchenjunga) e pur essendo uno stato piccolo, presenta differenti microclimi. La capitale Kathmandu possiede l’unico aeroporto internazionale del Paese.

Il Nepal vanta anche numerosi siti dichiarati Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO tra cui vi ricordiamo i templi e la valle di Kathmandu, Bhaktapur (qui Bernardo Bertolucci ha girato il Piccolo Buddha), lo Stoupa di Boudhanat, Lumbini (luogo di nascita del Buddha storico), il Parco Nazionale di Chitwan, e Patan.

Quando partire per il Nepal?

Il Nepal è soggetto all’influenza dei monsoni. Il periodo migliore per visitarlo nella sua interezza va da novembre a febbraio. Questi mesi vi permetteranno di evitare i monsoni estivi, ma anche il caldo della pianura, che si fa sentire particolarmente da marzo ad ottobre.

In ogni caso per visitare Kathmandu, e soprattutto per fare trekking in montagna, è meglio scegliere le stagioni intermedie, in particolare marzo-aprile. Oppure il periodo da metà ottobre a metà novembre, mesi in cui è possibile evitare sia il freddo invernale che le piogge estive. Il secondo periodo, che coincide con l’autunno, è il migliore in assoluto, perché meno piovoso e con un’aria particolarmente limpida. In questo modo potrete osservare le montagne innevate anche da grandi distanze!

In genere le spedizioni per l’Everest e le cime più alte sono organizzare in due periodi precisi: dal 20 maggio al 5 giugno e dall’1 al 20 ottobre, quando la temperatura sulla cima dell’Everest si aggira intorno ai -25/-27 gradi. Queste sono le uniche due “finestre” di tempo clemente, comprese tra le nevicate estive e le tempeste di vento invernali. Sappiate in ogni caso, che in alta montagna il tempo può variare e di molto, a seconda delle situazioni. Per questo vi consigliamo di consultare le previsioni meteo e di affidarvi sempre a guide esperte.

Il Nepal in numeri

Superficie: 147.181 km²
Popolazione totale: circa 30 milioni di abitanti (29.959.364)
Lingua ufficiale: nepalese, lingue tribali varie
Altre lingue parlate: inglese
Religione: induista (80%) e buddista (10%)
Origini etniche: in Nepal sono censiti più di 100 gruppi etnici. I più numerosi sono Newari, Chhetri, Bahun, Magar.
Forma di Stato: Repubblica Federale Parlamentare (dal 2008)
Livello di sviluppo: paese a basso reddito e sviluppo.

Le principali risorse economiche del Nepal sono costituite dall’agricoltura e dal turismo. Gli aiuti economici internazionali costituiscono una parte non trascurabile del bilancio nazionale, nonostante ne giungano a destinazione solo basse percentuali data la burocrazia farraginosa.

Come ottenere il visto per il Nepal ?

Potrete ottenere il visto direttamente all’ingresso nel Paese, presso la frontiera via terra o all’aeroporto di Kathmandu, presentando il passaporto (con validità residua di almeno sei mesi al momento dell’arrivo) e due foto tessera. Sarà cura dei nostri tour operator farvi pervenire via mail il foglio da compilare per richiedere il visto d’ingresso da consegnare direttamente alla dogana.

Le tariffe da pagare in loco per l’ottenimento del visto variano da 25 a 100 dollari:
25 Dollari Americani per validità 15 giorni
40 Dollari Americani per validità 30 giorni
100 Dollari Americani per validità 90 giorni.

Nel caso arriviate in Nepal con un volo che passa per l’India, vi consigliamo di munirvi di un visto di transito da richiedere alle Autorità consolari indiane in Italia. In assenza del visto non è possibile lasciare la zona aeroportuale (es. in caso di ritardi nelle coincidenze).

La Trekking Agency Association del Nepal

Il Governo nepalese ha autorizzato la “Trekking Agency Association of Nepal” (TAAN) e il “Nepal Tourism Board” (NTB) ad adottare un sistema di registrazione dei turisti stranieri denominato “Trekkers’ Information Management System” (TIMS). Chi si reca in Nepal per effettuare un trekking, inclusi coloro che non fanno parte di un gruppo organizzato, devono essere in possesso di una carta TIMS emessa dalle agenzie TAAN o dal NTB. In caso di emergenza, questo sistema aiuterà le autorità locali a individuare i turisti. La nostra agenzia vi assisterà ad ottenere le autorizzazioni necessarie.

Nepal e religione

Il Nepal era fino al 2006 l’unico Stato al mondo ad aver adottato l’induismo come religione ufficiale. In seguito venne proclamata la laicità dello Stato con una risoluzione parlamentare. L’ex sovrano, tuttavia è ancora considerato da alcuni tradizionalisti una manifestazione del Dio Vishnu sulla terra.
La maggioranza della popolazione professa liInduismo, ma anche il buddhismo è molto diffuso, in particolare la corrente tibetana vajrayana.

Oltre a numerosi templi Indù troverete quindi molti i monasteri e scuole buddhiste tibetane sparse per il Nepal, dove potrete seguire corsi di meditazione e yoga. In alcune aree rurali si professano anche il Bön (una forma di sciamanesimo) e l’animismo (la religione dei Kiranti).

In Nepal nessun culto esclude un altro e talvolta risulta difficile distinguerne le singole caratteristiche. Il sincretismo è diffuso in particolar modo tra i già citati culti induisti, buddhisti, animisti e sciamanici.

Un pò di storia del Nepal

La storia del Nepal si perde nel mito. I primi abitanti documentati della valle di Kathmandu furono i Lichhavi (VIII secolo a.C.), cui seguirono i Thakuri (IX-XII secolo d.C.) e i Malla (XIII-XVIII secolo).

L’unificazione del paese avvenne nel 1768 ad opera di Prithvi Narayan Shah, capostipite dell’ultima dinastia regnante. Nel corso del XIX secolo il Nepal si scontrò sia con la Cina che con l’India britannica, riuscendo a conservare l’autonomia in cambio di tributi e cessioni territoriali. Nel 1846 il generale Jang Bahadur Rana ordì un colpo di Stato che permise alla propria famiglia di tenere le redini del governo nepalese per oltre un secolo, confinando la dinastia Shah ai margini della politica nazionale.

Negli anni compresi tra il 1947 ed il 1951 il movimento democratico rovesciò la famiglia Rana con il supporto dell’India, consentendo a re Tribhuvan il ritorno dall’esilio. A questi succedette il figlio Mahendra, che nel 1962 bandì i partiti politici e instaurò il sistema di governo dei panchayat (“consigli dei cinque”).

Il successivo monarca, Birendra, proseguì la politica del padre vedendosi costretto dopo le proteste popolari del 1990 (movimento di Jana Andolan) a concedere le elezioni. Egli fu assassinato dal figlio Dipendra nel 2001 insieme ad altri membri della famiglia reale. In tale occasione Gyanendra, fratello minore di Birendra, fu tra i pochi sopravvissuti e salì al trono nei giorni successivi. Nel 2005 Gyanendra licenziò il governo ed assunse direttamente il potere esecutivo, cui rinunciò l’anno seguente per via di una nuova ondata di malcontento popolare (Loktantra Andolan, ossia movimento democratico). Da tali fatti derivò la decisione di trattare con il movimento rivoluzionario di ispirazione maoista.

Verso la Repubblica federale del Nepal

Nel 2006 i maoisti e il Governo nepalese raggiunsero un accordo per una Costituzione provvisoria, aprendo la via del governo e del Parlamento anche ai ribelli. La legislatura ad interim ha portato all’elezione di un’Assemblea Costituente in seno alla quale è stata discussa sia la forma di stato che la forma di governo dell’attuale Nepal.
Nel 2007 è stato approvato dal parlamento un emendamento costituzionale che ha costituito di fatto il primo passo per la trasformazione del Nepal in una Repubblica federale.
Le ultime elezioni sono avvenute nel 2008 sancendo, con 220 seggi su 601, la netta vittoria del partito maoista.

Dopo 240 anni di monarchia, il 28 maggio 2008 è stata proclamata la Repubblica.

Tour ed Offerte Viaggio Nepal

InnViaggi Asia raccomanda e collabora

Offerte & Last Minute – Catalogo InnViaggi Asia

I commenti sono chiusi