Febbraio 2022: la Thailandia riapre ai turisti

Dai primi di febbraio la Thailandia allenta le misure anti covid e apre ai viaggiatori vaccinati, abolendo la quarantena. Ai turisti italiani verrà semplicemente chiesto di partire con un covid test negativo effettuato nel proprio Paese, uno da effettuarsi all’ingresso in Thailandia e uno da effetture 5 giorni dopo l’arrivo. Da aprile entra in campo anche una sorta di “contributo all’ingresso” stimato in 300 bath (circa 8 euro) inclusi nelle tariffe di tutte le compagnie aeree. Questa piccola tassa servirà da un lato a migliorare i servizi turistici e dall’altro a colmare parte delle spese sanitarie comportate dalla pandemia.

A fronte della forte riduzione di arrivi di turisti stranieri, la nostra Thailandia sceglie dunque di allentare le misure restrittive, coerentemente con le politiche di molti altri Paesi, che iniziano a guardare con ottimismo alla fine della pandemia.

Entrare in Thailandia grazie a tre passi fondamentali: test and go, assicurazione sanitaria e Thailand Pass

Anche la Thailandia, infatti, registra sempre meno casi di contagio al giorno, decessi stabili e sotto controllo e tanta voglia di ripartire. Il programma messo in atto per l’entrata nella Terra del sorriso è già rodato e conosciuto agli italiani come Test and go dallo scorso novembre. Oggi si parte dall’Italia con un test molecolare rigorosamente negativo e si prosegue con il “monitoraggio” appena descritto (tampone all’ingresso e poi nuovamente a distanza di 5 giorni per scongiurare contagi strada facendo).

In più è richiesta (è obbligatoria) un’assicurazione sanitaria in grado di coprire anche eventuali spese legate al Covid-19 con un massimale uguale o superiore ai 50.000 dollari (molti visitatori in passato entravano con coperture minime e massimali irrisori o che non contemplavano spese relative al covid-19. Oggi quest’ultima clausola è obbligatoria al pari dell’assicurazione).

Altro passo fondamentale da compiere è quello di richiedere una settimana prima della partenza il Pass thailandese. Qui le informazioni dettagliate in lingua inglese:

https://tp.consular.go.th

La richiesta è effettuabile on line.

Esistono, infine, delle regole specifiche, ma ancora più favorevoli alla circolazione, che riguardano alcune destinazioni thailandesi sempre molto richieste: a Phuket, Krabi, Khao Lak, Koh Samui, Koh Phangan, Koh Tao, Pattaya e Koh Chang vaccinati con ciclo completo e guariti possono circolare liberamente e sette giorni dopo il proprio arrivo posso spostarsi liberamente in tutta la Thailandia.

Per ulteriori informazioni su tutte le principali mete della Thailandia contattaci.

Qui trovi le nostre offerte di viaggio | InnViaggi Asia – InnViaggithailandia.com

Articolo a cura di Mariella Marchisio

Taggato , , , . Aggiungi ai preferiti : permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.