L’Isola di Bali e il suo misticismo

Perché scegliere l’Isola di Bali? Perché non dovete considerarla una meta presa d’assalto dal turismo di massa, Bali riserva sempre un angolo dedicato ad ognuno di noi, come fosse una piccola scoperta personale.

bella-bali

Bali è ancora in grado di offrire luoghi inesplorati che rimangono nella nostra mente come ricordi indelebili.

Piccole Isole della sonda è questo l’arcipelago del quale fa parte l’isola di Bali, un perfetto binomio tra terra e mare.

templi-isola-di-bali

I templi di Bali sono spesso raffigurati nei vari Souvenir.

Bali da sognare ed immaginare prima della partenza, da assaporare, gustare ed odorare durante la vostra permanenza, il profumo d’incenso vi condurrà in uno dei suoi famosi templi, quelli stampati su ogni cartolina in vendita nei tanti negozietti di souvenirs.

Il Tanah Lot, personalmente il mio preferito, dove il mare incontra la spiritualità, incantevole al tramonto, il Pura Besakih chiamato dai balinesi il tempio madre ed anche il più venerato oppure il Pura Luthur Ulu Watu il tempio che onora gli spiriti marini, mistico e suggestivo.

Non fermatevi al classico elenco da guida turistica, troverete templi ad ogni incrocio, reprimete tutte le vostre domande, ammirateli e cercate nuovi dettagli da sigillare nella vostra mente che insieme all’atmosfera mistica delle strade balinesi vi serviranno per affrontare al meglio il vostro rientro a casa.

fiori-bali

I fiori di color bianco aumentano la bellezza di questo posto.

Molto probabilmente vi capiterà di imbattervi in qualche cerimonia induista dove il bianco e il giallo saranno i colori predominanti o di inciamparvi involontariamente in un canang sari, cestino di foglie di palma o pandan riempito di fiori freschi e profumati, offerto al dio Sang Hyan Widhi.

La scultura, l’intaglio e la pittura del legno non vi farà rimanere indifferenti, cercate le botteghe tradizionali nelle vie laterali di Ubud, quello che io definisco museo a cielo aperto, e molto probabilmente vi troverete a litigare con un’ingombrate statua di Buddha o un’indiscreta maschera di Shiva che occuperà il vostro intero bagaglio a mano!

Dopo esservi messi alla prova con l’estenuante opera di contrattazione nel mercato centrale cercate la Spa che fa per voi dove essenze e massaggi tradizionali vi restituiranno energie a mente e corpo.

Rimanete in zona e trascorrete qualche ora nella Monkey Forest, avendo cura di tenere ben salda la vostra macchina fotografica e, dopo questa esperienza decisamente poco mistica, recuperate la leggerezza e spensieratezza che solo Bali ha il potere di regalare guardando i balinesi purificarsi nella acque delle sacre sorgenti del Pura Tirta Empul.

Bali è anche relax, è facile perdersi nell’atmosfera calda e rilassante del vostro resort di lusso, scaldatevi al sole sulle più belle

spiagge-bali

Le spiagge di Bali sono ideali per chi vuole rilassarsi.

spiagge di Kuta, Seminyak, Sanur o Legian senza mai dimenticavi però che è un’isola da vivere….e quindi dopo esservi adeguatamente rinvigoriti noleggiate uno scooter o partecipate ad una delle escursioni organizzate per immergervi in ciò che ancora è tutto da scoprire.

Il mio primo viaggio a Bali è stato un mix di tutto quello che poteva offrire, come un questionario completamente spuntato non volevo lasciare nulla al caso, il secondo viaggio ha colmato le lacune lasciate dal fattore tempo ed ho cercato quindi di raggiungere i luoghi più remoti. Il vero viaggio è avvenuto al mio terzo incontro con Bali.

Cosciente ormai di ciò che l’isola poteva essere per me mi sono soffermata su luoghi che ritenevo adatti al mio stato d’animo.

Sidemen è la località che maggiormente ha impedito al mio istinto di viaggiatrice di spostarmi alla frenetica ricerca di altro. Verde, rosa, azzurro, rosso, ogni scatto fotografico non renderà omaggio ai colori delle risaie di questo villaggio a terrazze che sconfinano imponenti in mezzo alla giungla.

Tanto colorata di giorno quanto magica la sera, sdraiati sulla terrazza del bungalow in bambù soli in compagnia del canto delle rane vi renderete conto per la prima volta di aver raggiunto quella pace mai trovata prima. Dopo un drink al tramonto partite

cani-bali

I cani di Bali, tristi oggetti per anni del business alimentare che portava alla morte di migliaia di loro, oggi fortunatamente vietato

con torcia alla mano alla ricerca del miglior Warung di zona, sarà difficile aggiudicare il premio per il miglior nasi campur del vostro viaggio!  E non dimenticate di assaggiare il famoso Kopi Luwak…..

Fermatevi ad accarezzare i cani dell’Isola di Bali, tristi oggetti per anni del business alimentare che portava alla morte di migliaia di loro, oggi fortunatamente vietato, aiutati dalle associazioni di volontari impegnati nella cura e sterilizzazione dei cuccioli. Li troverete di guardia ai templi, guardiani dei negozi nel centro delle città o come semplice compagno nella vostra guesthouse. Difficile non innamorarsi di loro.

 

Ps: non cercate il Gunung Agung, sarà lui a trovarmi, più imponente che mai.

Quindi perché non scegliere Bali….

 

Appunti di viaggio relativi all’Isola di Bali

  • clima tropicale, caldo in ogni mese dell’anno, stagione delle piogge da novembre a marzo e stagione secca da aprile ad
    collina-bali

    Bali ti consente di vivere dei luoghi che non troverai in nessuna cartolina.

    ottobre;

  • aeroporto principale Ngurah Rai raggiungibile con uno scalo dai principali aeroporti italiani;
  • valuta locale rupia indonesiana;
  • religione principale Induismo Balinese, combinazione di credenze locali e influenza dell’induismo del sud est asiatico;
  • cosa mettere in valigia……meno cose possibili!!!!!

 

Articolo scritto da Sara Terenzi.

Per informazioni e preventivi relativi all’Isola di Bali e non solo, contattateci.

 

 

Commenti

commenti

Taggato , , , , , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi