Città storica di Ayutthaya | Patrimonio Mondiale dell’UNESCO

La città storica di Ayutthaya - UNESCO World Heritage Centre

La città storica di Ayutthaya – UNESCO World Heritage Centre

La città storica di Ayutthaya è diventata sito Patrimonio dell’Umanità Unesco nel 1991. L’UNESCO con il suo World Heritage Centre ha effettuato studi e rilevazioni storiche sul sito, pubblicando documenti molto dettagliati relativi ad Ayutthaya.

UNESCO | World Heritage Centre

La città storica di Ayutthaya, fondata nel 1350, fu la seconda capitale del regno siamese. Fiorì dal XIV al XVIII secolo, diventando una delle aree urbane più grandi e cosmopolite del mondo. Divenne un centro di diplomazia e commercio globale, e un importante punto di collegamento tra Oriente e Occidente.

Ayutthaya è strategicamente situata su un’isola circondata da tre fiumi che collegavano la città al mare; una posizione geografica equidistante tra India e Cina. Si trovava sopra al livello di marea del Golfo del Siam, impedendo così l’attacco della città da parte delle navi da guerra di altre nazioni. Una posizione geografica strategica anche per la protezione dalle potenze arabe ed europee. Queste potenze stavano espandendo la loro influenza nella regione, mentre Ayutthaya si stava consolidando, ampliando il proprio potere colmando il vuoto lasciato dalla caduta di Angkor. La posizione ha anche contribuito a proteggere la città dalle inondazioni stagionali.

La città fu poi attaccata e rasa al suolo dall’esercito birmano nel 1767, che la bruciò e costrinse gli abitanti ad abbandonarla. La città non fu mai ricostruita nella stessa posizione e rimane oggi conosciuta come un vasto sito archeologico.

Città storica di Ayutthaya | Pianificazione urbana e artistica

Come si deduce da fonti e mappe dell’epoca, la città storica di Ayutthaya è progettata secondo una pianificazione urbana sistematica e rigida, composta da strade, canali e fossati attorno a tutte le strutture principali. Lo schema ha sfruttato al massimo la posizione della città in mezzo a tre fiumi, con un sistema idraulico per la gestione delle acque che era tecnologicamente molto avanzato e unico al mondo.

città storica di ayutthaya

I forti di Ayutthaya – Mappa disegnata da Jacques Nicolas Bellin (1703 – 1772)

La corte reale di Ayutthaya si scambiava ambasciatori con altre nazioni, tra cui la corte francese a Versailles e la corte Mughal a Delhi, così come con le corti imperiali di Giappone e Cina. Molti stranieri prestavano servizio nel governo e molti vivevano in città come privati cittadini. A valle del Palazzo Reale di Ayutthaya c’erano enclavi di commercianti e missionari stranieri, ognuna con il proprio stile architettonico. Le influenze straniere erano numerose in città, e possono ancora essere viste nell’arte sopravvissuta e nelle rovine architettoniche.

La scuola d’arte di Ayutthaya mette in mostra l’ingegnosità e la creatività della civiltà di Ayutthaya, e la sua capacità di assimilare una moltitudine di influenze straniere. I grandi palazzi e i monasteri buddisti costruiti nella capitale, ad esempio il Wat Mahathat e il Wat Phra Si Sanphet, sono una testimonianza sia della vitalità economica sia dell’abilità tecnologica dei loro costruttori, nonché del fascino della tradizione intellettuale che hanno incarnato.

Author Patricia Alberth ©UNESCO

Città storica di Ayutthaya | La successiva Era di Rattanakosin

Tutti gli edifici erano elegantemente decorati con la più alta qualità di artigianato e dipinti murali. Una miscela eclettica di stili tradizionali sopravvissuti a Sukhothai, ereditati da Angkor, e presi in prestito dagli stili artistici del Giappone, della Cina, dell’India, della Persia e dell’Europa. Questa espressione artistica cosmopolita ha gettando le basi per la fusione di stili di arte e architettura popolari durante la successiva Era di Rattanakosin.

Città storica di Ayutthaya | La nuova capitale a Bangkok

Quando la capitale del regno ricostituito fu spostata a valle e una nuova città fu costruita a Bangkok, vi fu un tentativo consapevole di ricreare il modello urbano e la forma architettonica di Ayutthaya. Molti degli architetti e dei costruttori sopravvissuti di Ayutthaya lavorarono per costruire la nuova capitale. Questo modello di replica urbana è in linea con il concetto di pianificazione urbana in cui le città del mondo cercavano di emulare la perfezione della mitica città. In thailandese, il nome ufficiale della nuova capitale Bangkok conserva “Ayutthaya” come parte del suo titolo formale.

Città storica di Ayutthaya | Integrità

L’integrità del sito si riscontra nella conservazione dello stato, in rovina o ricostruito, di quegli elementi fisici che caratterizzavano questa illustre città. Questi consistono innanzitutto nella morfologia urbana, la cui originalità è nota dalle mappe contemporanee dell’epoca, preparate da diversi emissari stranieri assegnati alla Corte Reale di Ayutthaya. Il modello urbanistico dell’intera isola rimane visibile e intatto, insieme alle rovine di tutti i principali templi e monumenti identificati nelle antiche mappe. Le rovine di tutti gli edifici più importanti sono state consolidate o riportate alla luce, riparate e talvolta ricostruite.

L’area totale del sito patrimonio mondiale dell’umanità è di 289 ettari. L’area è limitata all’ex distretto del Palazzo Reale e ai suoi immediati dintorni; copre i siti e i monumenti più importanti, garantendo la conservazione dell’eccezionale valore universale della proprietà.

Città storica di Ayutthaya | Autenticità

La città di Ayutthaya è ben nota dai documenti storici. Essendo ai tempi una delle città più grandi del mondo e un importante centro politico, economico e religioso, molti visitatori hanno registratotestimonianza sulla città. Anche la corte reale siamese ha tenuto registri meticolosi; molti furono distrutti nel sacco della città, ma alcuni sono rimasti e rappresentano un’importante fonte storica. Lo stesso si può dire per la testimonianza di opere d’arte, dipinti murali, sculture e manoscritti in foglie di palma che sopravvivono al periodo. Di particolare nota sono i dipinti murali sopravvissuti nella cripta di Wat Ratchaburana.

Città storica di Ayutthaya | Requisiti di protezione e gestione

La città storica di Ayutthaya è gestita come parco storico. È protetto dalla legge thailandese ai sensi della legge sui monumenti antichi, oggetti d’antiquariato, oggetti d’arte e musei nazionali; legge applicata dal Dipartimento di Belle Arti del Ministero della Cultura. Esistono anche altre leggi di tutela applicate da altre unità governative correlatee e regolamenti comunali locali.

Author Patricia Alberth ©UNESCO

Oltre alla protezione legislativa, esiste un piano generale per la proprietà che ha l’approvazione del Governo. Ci sono comitati per la protezione e lo sviluppo della storica città di Ayutthaya a livello nazionale e locale. Ci sono inoltre numerosi gruppi di conservazione del patrimonio di interesse speciale all’interno della comunità.

Il budget per la conservazione e lo sviluppo della storica città di Ayutthaya è assegnato dal governo con contributi anche dal settore privato.

Città storica di Ayutthaya | Ampliamento della zona protetta

È in preparazione un’estensione della proprietà del patrimonio mondiale; questa coprirà l’impronta completa della città di Ayutthaya come esisteva nel XVIII secolo, quando era una delle aree urbane più grandi del mondo. Ciò porterà all’incorporamento di altri importanti monumenti antichi, alcuni dei quali si trovano al di fuori dell’area attualmente inscritta come patrimonio mondiale.

Antica mappa di Ayutthaya

Inoltre, ci sono nuovi regolamenti per il controllo delle costruzioni all’interno dei confini estesi della proprietà, per garantire che i valori e le vedute della città storica siano protetti. Con questi cambiamenti, tutti i nuovi sviluppi nella moderna città di Ayutthaya saranno indirizzati verso aree al di fuori dell’impronta della città storica e della proprietà iscritta nel patrimonio mondiale.

Fonte ufficiale: Historic City of Ayutthaya – UNESCO World Heritage Centre

Tours ed escursioni

InnViaggi Asia organizza tour ed escursioni giornaliere da Bangkok per la visita della città storica di Ayutthaya. Tra le varie offerte, segnaliamo due tour molto interessanti.

Ayutthaya una Notte da Sogno

Ayutthaya una notte da sogno è una meravigliosa escursione di due giorni e una notte. Alla scoperta dell’antica capitale del Siam, con i luoghi e i templi più antichi e rappresentativi, apprezzando il vero fascino di Ayutthaya durante le ore del tramonto. Il ritorno a Bangkok si svolge con una favolosa crociera fluviale che vi farà ammirare la rigogliosa campagna della Thailandia e altri luoghi di interesse.

Offerta Speciale: Tour Kanchanaburi-Lopburi-Ayutthaya

Il tour Kanchanaburi-Lopburi-Ayutthaya vi farà scoprire due dei più famosi mercati di Bangkok e la zona di Kanchanaburi, con il famoso treno della morte, il ponte sul fiume Kwai,  il cimitero di guerra, e  le altre attrazioni principali di questa meravigliosa zona, come la natura del Parco Nazionale di Erawan e le cascate omonime. Vi porterà poi a Lopburi, la città delle scimmie con il famoso tempio, e ad Ayutthaya, l’antica capitale Patrimonio dell’Umanità UNESCO, con la visita a tutti i templi più importanti e rappresentativi.

Informazioni e contatti

Per ulteriori informazioni su Ayutthaya contattaci.

[email protected]

InnViaggi Asia – InnViaggithailandia.com

Taggato , . Aggiungi ai preferiti : permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.